Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

Roma capitale delle manifestazioni: sabato previste 10 proteste, non solo contro il Dpcm

Saranno almeno quattro la aree e le manifestazioni che le forze dell'ordine monitorano con maggiore attenzione

Foto Ansa

Sovranisti, lavoratori, imprenditori, partite Iva, gente che "non vuole etichette politiche", ma anche animalisti e residenti che protestano contro la scarsa illuminazione pubblica o che chiedono il ritorno del Porta a Porta per la raccolta dei rifiuti.

A Roma c'è di tutto.Sabato 30 ottobre, sono in programma dieci manifestazioni diverse.

Piazze che ospiteranno migliaia di persone (il dato preciso non è stato fornito dalla Questura) e che arrivano pochi giorni dopo i fatti, ripetuti in due occasioni, di piazza del Popolo. Saranno almeno quattro, invece, i punti che le forze dell'ordine monitorano con maggiore attenzione, piazze in cui si urlerà la propria rispettiva rabbia contro il Dpcm. 

Il Presidio per la Libertà a Roma e in altre zone d'Italia

Ad aprire le danze, almeno in senso cronologico, saranno i sovranisti di 'Marcia della Liberazione', il movimento supportato anche da vip come Enrico Montesano e Rosita Celentano e già in piazza il 10 ottobre "contro la dittatura sanitaria". Sabato alle 10, invece, saranno in piazza della Rotonda per chiedere di "cancellare i Dpcm del 18 e 24 ottobre, fermare ogni attacco ai diritti ed alla Costituzione e revocare immediatamente lo stato d'emergenza".

"Saremo al cospetto delle prefetture e nelle piazze di numerose città importanti del Paese per chiedere il ripristino della legalità Costituzionale e la fine degli effetti degli ennesimi intollerabili Dpcm partoriti dal governo. Non vogliamo l'elemosina", dicono gli organizzatori che promettono un sit-in con mascherine e distanziamento sociale e, soprattutto, "lontano dai violenti di piazza del Popolo".

Le Mascherine Tricolori a Campo de' Fiori: "No al lockdown, governo ritiri Dpcm"

Nel pomeriggio, alle 16, spazio quindi alle Mascherine Tricolori. Il movimento nato durante il lockdown per "gridare" il dissenso contro le misure decise dal governo, che rifiuta etichette politiche come avvenuto la scorsa primavera, con un corteo a Roma quando al fianco dei manifestanti c'erano diversi soggetti vicini ad ambienti della destra, anche estrema e, appunto, dai fatti di piazza del Popolo non vuole prendere del tutte le distanze, ha dato appuntamento a Campo de' Fiori.

Sabato a Roma, le Mascherine Tricolori si ritroveranno davanti alla statua di Giordano Bruno: "Aderiamo alla manifestazione lanciata da commercianti e partite iva invitando i romani a partecipare. Chiediamo che il governo ritiri immediatamente quest'ultimo Dpcm che è una condanna per tantissimi italiani perché colpisce indistintamente commercianti, partite iva, piccoli imprenditori, aziende e di conseguenza migliaia di famiglie e rischia di essere il colpo di grazia per l'economia italiana". 

E quando abbiamo chiesto agli organizzatori se è vero che ci sarà qualche rappresentante di CasaPound in piazza, lei non nega ma precisa: "Può darsi. Siamo un movimento spontaneo, chiunque abbia a cuore l'Italia può partecipare. Anche a sinistra". 

mascherine-3-2

In piazza anche i Muli e i movimenti per la casa

E sempre alle 16, per due ore, i Muli, il Movimento Unito Lavoratori Italiani, saranno in piazza a Montecitorio per dire "basta alle mancette e alle finte misure Diamo voce alla nostra indignazione, diamo voce all'Italia che lavora e che non vuole mollare", dicono.

Il movimento, che vede in prima linea Davide Di Clemente, imprenditore proprietario di locali e palestre, e Gian Marco Saolini, imprenditore e noto anche sul web, aveva fatto il suo "esordio" in pubblico martedì in piazza dei Mirti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sabato scenderà in piazza anche la Roma degli spazi sociali, dei movimenti per il diritto all'abitare, degli studenti e delle associazioni solidali scenderà in strada. L'appuntamento, in questo caso, è alle 18 in piazza Indipendenza perché è l'orario di chiusura di molte attività interessate dalle nuove restrizioni emanate per arginare l'epidemia di Coronavirus e perché molti dei lavoratori precari e senza garanzie vivono grazie a impeghi nelle fasce orarie serali. Lo slogan sarà lo stesso comparso qualche giorno fa durante le proteste di Napoli: "Tu ci chiudi, tu ci paghi". 

123175029_103015788281974_4658187772149943669_o-2

In piazza anche animalisti e cittadini 

In piazza, ad Ostia, anche Fratelli d'Italia che vuole esprimere la vicinaza ai commercianti del litorale con un sit-in a piazza Anco Marzio. Non si protesta solo per il Dpcm però. A Roma ci saranno due piazze di animalisti, una in piazza della Rotonda alle 15:30 e l'altra a piazzale Flaminio alle 16: complessivamente sono attese circa 90 persone. Una trentina di residenti, invece, protesteranno a Torpignattara in largo Bartolomeo Perestrello per la tutela sanitaria. 

In piazza dei Mirti la Rete Kurdistan Roma farà sentire la propria voce in merito i recenti fatti accaduti in Siria. A Colli Aniene, invece, sono attesi circa 50 residenti in piazza Meuccio Ruini per combattere contro la modalità di raccolta dei rifiuti che da settimane ormai sta interessando il quartiere chiedendo il ritorno del Porta a Porta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma capitale delle manifestazioni: sabato previste 10 proteste, non solo contro il Dpcm

RomaToday è in caricamento