menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Tufello vuole essere il quartiere di Gigi Proietti: "Intitoliamogli il mercato rionale"

Dopo la petizione dei residenti, l’ordine del giorno votato dal parlamentino di piazza Sempione: “Comune finanzi riqualificazione struttura e piazza”

Il mercato rionale del Tufello intitolato a Gigi Proietti. E’ questa la richiesta del parlamentino del Municipio III che, dopo una petizione online molto partecipata, ha approvato un ordine del giorno indirizzato alla sindaca Virginia Raggi chiedendo per la struttura del mercato e l’antistante piazza degli Euganei anche uno stanziamento di fondi utile alla riqualificazione. 

Tufello, il mercato rionale da intitolare a Gigi Proietti

Si tratta di un atto, ha spiegato la consigliera del Pd in III Municipio, Sara Alonzi, "che ha voluto raccogliere e sostenere la volontà di tanti cittadini e cittadine che tramite una petizione online hanno chiesto a tutte le istituzioni l'intitolazione del mercato all'attore scomparso. Allo stesso tempo appare non più rinviabile l'avvio di un percorso di riqualificazione del quartiere a partire dal mercato e dalla piazza".

La Regione Lazio, ha ricordato Alonzi, "ha stanziato in questi anni ingenti risorse per intervenire sul patrimonio di edilizia residenziale pubblica, e oggi, dopo il murales realizzato dalla Regione, Ater e As Roma, che ogni giorno porta tante persone a omaggiare l'attore scomparso ma anche a passeggiare per lo storico quartiere che ha visto crescere e formarsi l'attore Gigi Proietti, riteniamo sia importante che anche il Campidoglio possa dare un segnale di attenzione e interesse per il Tufello, abbandonato in questi anni di amministrazione Raggi".

Il legame di Gigi Proietti con il Tufello

Un quartiere quello del Tufello al quale Gigi Proietti era molto legato: “E' lì che ho cominciato a capire lo spirito del romanesco: un dialetto che - a differenza del napoletano, che è una vera e propria lingua, con delle precise regole lessicali - si presenta come un modo di parlare in continua evoluzione. Al Tufello c'era gente che veniva da ogni parte. Non posso dire che si parlasse romanesco: ma si romanizzava qualsiasi cosa, dai testi delle canzoni ai termini stranieri” - aveva raccontato Gigi Proietti in una vecchia intervista. 

Gigi Proietti e il Tufello: "Lì ho cominciato a capire lo spirito del romanesco" 

I murales di Gigi Proietti al Tufello: e c’è chi sogna un nuovo teatro

Un amore ricambiato: dopo la scomparsa dell’attore romano è proprio tra i lotti del Tufello che oggi si possono ammirare alcuni dei murales a lui dedicati, compreso quello gigante sulla facciata della palazzina Ater di via Tonale. Un quartiere che vorrebbe intitolare al “suo” Gigi Proietti mercato rionale e anche un teatro. Da costruire nuovo nel cuore della periferia popolare. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento