menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberta Lombardi (foto Ansa)

Roberta Lombardi (foto Ansa)

Regione Lazio, verso una giunta allargata al M5s: per Lombardi l'assessorato alla Transizione ecologica

Il Pd discuterà la questione nella direzione regionale prevista per oggi, alla presenza del presidente Nicola Zingaretti. Un secondo assessorato sarebbe previsto per la consigliera Valentina Corrado

Un assessorato alla Transizione ecologica, su modello del ministero istituito ex novo dal Governo Draghi, guidato dalla capogruppo M5s Roberta Lombardi. La rivoluzione giallorossa starebbe per approdare in Regione Lazio. Si fa infatti sempre più concreta l'ipotesi di un allargamento della maggioranza ai pentastellati con l'ingresso nella giunta dem di uno o più esponenti del Movimento. 

Per la giornata di oggi è convocata la direzione regionale del Pd, alla presenza del presidente Nicola Zingaretti, e con all'ordine del giorno appunto l'"allargamento e coinvolgimento politico-programmatico del Movimento 5 Stelle nella maggioranza della Giunta e del Consiglio regionale del Lazio". Una scelta che ha preso in contropiede alcuni consiglieri dem, che ieri, nel corso di una riunione, per la prima volta hanno ricevuto la comunicazione ufficiale della trattativa in corso con i grillini. 

Due assessorati al M5s

L'incastro con i pentastellati in Giunta dovrebbe realizzarsi con la nomina della capogruppo Roberta Lombardi al nuovo assessorato alla Transizione Ecologica ma anche, forse, con Valentina Corrado a capo di un assessorato a Turismo e Pari opportunità (con la conseguente uscita di Giovanna Pugliese), a cui dovrebbe sommarsi la delega agli Enti locali (la grillina è responsabile nazionale di questo settore per il Movimento), attualmente in mano ad Alessandra Troncarelli. 

Una manovra la cui discussione si è aperta con la nomina dell'ormai ex assessora al bilancio Alessandra Sartore tra i nuovi sottosegretari a Palazzo Chigi. E proprio ieri ne hanno discusso anche i grillini in una riunione con il capo reggente del Movimento Vito Crimi. Gran parte del gruppo si è detta favorevole. Ma con ogni probabilità si passerà da un voto su Rousseau, come richiesto dalla consigliera grillina Gaia Pernarella, che si è detta comunque "scettica" rispetto alla manovra.

L'ostacolo Raggi

La volontà di arrivare a una conclusione positiva da entrambe le parti c'è - seppur con qualche malumore su entrambi i fronti - ma ci sono anche alcuni ostacoli non secondari da rimuovere. Uno su tutti il nodo comunali di Roma. C'è chi tra i democratici auspicherebbe, in cambio dell'ingresso dei grillini in giunta, un sostegno degli stessi al candidato sindaco dem della Capitale. Che potrebbe forse arrivare a un eventuale secondo turno. Difficile da immaginare al momento, dati i rapporti di opposizione sempre più tesi all'ombra di palazzo Senatorio. 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento