menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Pico (Frosinone), foto da Facebook @VisitLazio

Pico (Frosinone), foto da Facebook @VisitLazio

Gita fuori Roma? Ora si può. 5 borghi incantevoli da visitare nel Lazio

Tempo di riaperture, voglia di evasione. Ecco 5 idee per una giornata diversa, lontano dalla città

Dal 26 aprile il Lazio è tornato in zona gialla, una buona notizia per le attività che hanno potuto riaprire le porte al pubblico, ma anche per tutti coloro che da diversi weekend desideravano organizzare una gita fuori porta.

Se, infatti, viaggiare verso mete lontane sembra ancora un'impresa difficile, è possibile organizzare un viaggio di prossimità, andata e ritorno, alla scoperta di alcune perle della nostra regione.

Il Lazio è un territorio molto ricco, tra mari, monti, laghi, castelli, boschi e cascate da scoprire. In questa primavera un po' timida, ecco 5 mete consigliate da RomaToday da visitare nel weekend, una per ogni provincia:

Pico (Frosinone)

Un borgo medievale affascinante che ha rappresentato il Lazio nell'ottava edizione del Borgo dei Borghi. Un gioiello della nostra regione, uno di quei borghi più belli, che vale la pena visitare almeno una volta nella vita. Pico, in provincia di Frosinone, dista meno di un'ora e mezza da Roma. E' un luogo dove arte e natura si fondono, regalando al viaggiatore una parentesi coinvolgente, affascinante, ricca di storia e non solo. Pico è un antico borgo medievale, arroccato su una collina a ridosso del Monte Pota. Il suo nome ha origini celtiche, deriva infatti da "Pic" che significa "punta aguzza" e venne chiamato così, probabilmente, per lo sperone sul quale sorge il suo castello. [SCOPRI QUI TUTTE LE CURIOSITA' SU PICO]

Marta (Viterbo)

Ci spostiamo in provincia di Viterbo, in un altro borgo incantevole che si affaccia sul lago di Bolsena. Siamo a Marta, nell'alta Tuscia, a un'ora e mezza da Roma. Un centro che  - ogni anno - attira turisti da tutta Italia e anche dal Nord Europa, che qui vengono con l'intenzione di rilassarsi, di godersi un paesaggio incantevole e di fare un bagno al lago in un acqua pulita e usufruendo di spiagge ben curate e attrezzate. Una meta di evasione per i romani e per tutti coloro che abitano nella nostra regione. Il paesino conserva ancora oggi la sua architettura medievale. Piccole stradine, case strette intorno alle mura di cinta. Dal centro di Marta è inoltre possibile ammirare l'isola selvaggia di Martana. [SCOPRI QUI TUTTE LE CURIOSITA' SU MARTA]

Nazzano (Roma)

Ci avviciniamo alla Capitale per scoprire Nazzano, borgo medievale in provincia di Roma che dista solo 45 minuti dalla città. Immerso nella Valle del Tevere, si tratta di un antico borgo medievale capace di immergere nella magia. Noto per la sua riserva naturale, tra le più interessanti della nostra regione, Nazzano è famoso anche per le sue influenze architettoniche romane, per le sue chiese, per il Museo del Fiume. [SCOPRI QUI TUTTE LE CURIOSITA' SU NAZZANO]

Colle di Tora (Rieti)

Ci sportiamo a Rieti, nel borgo di Colle di Tora, proteso sul lago del Turano. Un paese di origine romana, chiamato Collepiccolo fino alla fine dell'800 e sorto sulle rive del fiume Tora. Negli anni '30 del 900, la creazione del bacino idroelettrico che ha dato vita al lago del Turano, ha reso questa località una perla del Lazio, degna del soprannome "Piccola Svizzera". Un paese magico, suggestivo, che colpisce a prima vista, di giorno per i suoi vicoli pittoreschi e la sua vista mozzafiato sui laghi, per le montagne e la natura che lo circondano, di sera per le luci riflesse sullo specchio lacustre che regalano un'atmosfera davvero fiabesca. [SCOPRI QUI TUTTE LE CURIOSITA' SU COLLE DI TORA]

Sermoneta (Latina)

Ultimo borgo che vi suggeriamo di visitare nel weekend è Sermoneta. Tra i borghi più belli del Lazio, in provincia di Latina. 
A circa un'ora e mezza da Roma, Sermoneta domina la pianura Pontina. A lungo è stata la residenza della famiglia Caetani ed è proprio questa signoria ad aver fatto fiorire il borgo del Lazio, sede dell'omonimo castello, ancora oggi meta di numerosi turisti. La città di Sermoneta è circondata da una cinta muraria. Da visitare, assolutamente, il Giardino di Ninfa che riapre il 1 maggio.[SCOPRI QUI TUTTE LE CURIOSITA' SU SERMONETA]

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento