Tor Bella Monaca Torre Angela / Viale Duilio Cambellotti

Polemica alle Torri, Taverna: “Franco espone libri sul fascismo”. Lui replica: “Nella mia libreria anche Il Capitale di Marx”

Ad accendere lo scontro tra M5s e FdI il frame di un video del dicembre 2020

Si collega in videoconferenza durante la commissione on line e alle sue spalle la libreria di casa. Nello scaffale due libri in bella vista: ‘Un uomo, un popolo, un'idea’ di Benito Mussolini, l’altro un volume di Henri Landmer che racconta la storia delle waffen. Lui è Nicola Franco, attuale candidato del centrodestra alle Torri che in quella occasione stava partecipando alla commissione on line dei lavori pubblici: era il dicembre del 2020. A pochi giorni dal voto di ballottaggio è Paola Taverna, vice presidente del Senato, eletta con il Movimento Cinque Stelle, a pubblicare su Facebook il frame che ritrae Franco davanti alla sua libreria.

La foto è accompagnata da questo commento: “Il primo libro è "Un uomo, un popolo, un'idea". Autore Benito Mussolini. Il secondo è un volume di Henri Landmer, pseudonimo di Jeane Mabire, intellettuale dell'ultradestra francese. Si tratta di un libro di revisionismo storico in cui si narra la storia delle Waffen SS, del loro eroismo e del loro sacrificio. Insomma un libro in cui si esalta un corpo che al processo di Norimberga venne condannato come organizzazione criminale nazista, responsabile di numerosi crimini di guerra e crimini contro l'umanità” ha aggiunto Taverna. Ogni libro ha la dignità di essere letto ed ogni libro deve essere nella piena disponibilità di ciascuno. Ma chi li mostra alle sue spalle come richiamo ai suoi valori mi fa riflettere su quali programmi abbia sul mio Municipio. Il Movimento 5 Stelle a livello nazionale e a livello locale, con la sua candidata al Sesto Municipio Francesca Filipponi, non si stancheranno mai di dire "No" al fascismo, figuriamoci al nazismo e alle SS” conclude il post.  

"Premesso che si è liberi di leggere ciò che si vuole, il fatto che un candidato presidente abbia certi libri credo che debba far riflettere sulle cose che ciascuno di noi potrà e vorrà fare nel Sesto Municipio. Noi, la nostra squadra e Il Movimento 5 Stelle tutto ci batteremo fino alla fine per affermare i valori democratici  e contrastare ogni forma di fascismo strisciante di ritorno" ha commentato anche Francesca Filipponi, candidata presidente del Movimento Cinque Stelle alle Torri.

Abbiamo raggiunto Nicola Franco, che ai nostri taccuini ha spiegato: “Ultimo atto di sopravvivenza, un vero attacco personale che non ha niente a che vedere con la politica del territorio. Già all’epoca ho mostrato i libri contenuti nel mio scaffale, tra questi anche Il Capitale di Marx. Leggo tutto, per farmi una idea. Tentativo strumentale di accostare me al fascismo. Ho già condannato il fascismo insieme al mio partito. È stato solo un colpo basso andato a vuoto. Li ringrazio, mi hanno fatto pubblicità ricordando agli elettori che domenica si vota”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polemica alle Torri, Taverna: “Franco espone libri sul fascismo”. Lui replica: “Nella mia libreria anche Il Capitale di Marx”

RomaToday è in caricamento