rotate-mobile

VIDEO | Elezioni municipio VI: intervista a Nicola Franco, candidato presidente per il centrodestra

Le proposte del candidato sulle principali questioni del territorio

Dalla centralità di Tor Bella Monaca ai quartieri privi di illuminazione e fogne.  Il revamping di Rocca Cencia e il superamento del Tmb, quali poteri ha il municipio? E ancora, l’abbandono di San Vittorino e dei polifunzionali ultimati e mai aperti. Inoltre, come si evita un ‘Torre Spaccata2’?  Nicola Franco, il candidato presidente del Municipio VI per il centrodestra, in vista della prossima tornata elettorale ha risposto alle domande di RomaToday. 

Una centralità quasi assoluta di Tor Bella Monaca mette spesso in ombra altre zone del Municipio dove mancano illuminazione, acqua potabile e fogne. Come si interviene per accorciare le distanze sociali e urbanistiche?
“Tor Bella Monaca conta 28mila persone su 250mila che abitano il territorio”. Per Franco “Il cuore del municipio è sui versanti Collatino e Prenestino”. Ha aggiunto: “Il piano di sviluppo c’è. Basterebbe sbloccare l’iter che interessa iconsorzi, i toponimi e le opere a scomputo e muovere 25milioni di euro attualmente bloccati per portare servizi primari”. Ha concluso: “Così si dà vita e speranza ai territori rimasti indietro”. 

Il tmb di Rocca Cencia. Chiusure promesse e mai realizzate. In vista del revamping, cosa può fare il Municipio?
“Il municipio non ha la forza di dire ‘chiudiamo domani mattina Rocca Cencia’” ha esordito Nicola Franco assicurando: “I cittadini avranno sempre un presidente pronto a stare dalla loro parte, a mettersi in prima fila, avanti a loro”. Come azione, ha anticipato – in caso di elezione - “Nei primi 100 giorni siederò intorno a un tavolo Roma Capitale, Città metropolitana e Regione Lazio: è necessario individuare tempi certi per la chiusura”. Infine, “Siamo contrari al revamping”. 

L’abbandono progressivo di San Vittorino e i polifunzionali ultimati ma mai aperti
L’aspirante presidente di Municipio ha sottolineato l’importanza di ‘portare la cultura a San Vittorino’ considerata anche la presenza dei turisti in visita al santuario e far conoscere loro il territorio. Eventi in progetto per far riscoprire il borgo ma anche Gabii e le torri. Ha ricordato: “Grazie all’impegno di Michetti che vuole istituire l’assessorato alle periferie sul nostro territorio”. 

Come si evita un Torre Spaccata2?
La vicenda “ha creato un precedente grave – ha spiegato – nonostante il nostro sia un municipio dei record, dobbiamo lavorare affinché gli abitanti riscoprano l’orgoglio di vivere alle Torri, le torri sono casa”. 

(riprese e montaggo di Veronica Altimari)

Video popolari

VIDEO | Elezioni municipio VI: intervista a Nicola Franco, candidato presidente per il centrodestra

RomaToday è in caricamento