rotate-mobile
Cronaca

Ventenne narcotizzata e stuprata da due uomini, fermato un 30enne

L'uomo è stato scovato dalla polizia in un appartamento di Tor Bella Monaca dove si sarebbe consumata la violenza sessuale

C'è un fermo per lo stupro della ragazza romana narcotizzata e violentata da due uomini che aveva conosciuto su Instagram. Trent'anni, tunisino, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto dopo essere stato scovato dalla polizia in un appartamento di Tor Bella Monaca, dove insieme ad un amico avrebbe abusato sessualmente della ventenne dopo averla narcotizzata e fatta ubriacare. 

Ancora ricercato il complice, il 30enne aveva conosciuto la giovane residente in provincia di Roma sui social. Fissato un appuntamento il giorno successivo, la ragazza - come raccontato in sede di denuncia - lo ha raggiunto in un bar di Torre Angela. Era il 17 aprile scorso. Concluso l'aperitivo i due uomini avrebbero accompagnato la giovane alla metropolitana, poi con una scusa l'avrebbero convinta ad andare nell'appartamento della periferia est dove vive il 30enne tunisino. 

Poi l'incubo, in una stanza buia, mentre uno la teneva bloccata, l'avrebbero violentata ripetutamente dopo averla narcotizzata. Sotto choc la 20enne è stata poi rintracciata dal fidanzato il 18 aprile dopo essere stata localizzata con l'App dello smartphone davanti un bar di via di Torrenova. Sotto choc la ragazza è stata accompagnata al policlinico Tor Vergata e dimessa con 40 giorni di prognosi, con il ragazzo che ha poi sporto denuncia agli investigatori del VI distretto Casilino di polizia. 

Cominciate le indagini, gli agenti hanno poi individuato nella giornata del 24 aprile il presunto stupratore nel suo appartamento di Tor Bella Monaca. Il provvedimento dovrà essere convalidato dalla magistratura con gli inquirenti che proseguono le indagini per risalire al secondo uomo che avrebbe violentato la giovane. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ventenne narcotizzata e stuprata da due uomini, fermato un 30enne

RomaToday è in caricamento