Lunedì, 18 Ottobre 2021
Ponte di Nona

Il parco di Ponte di Nona è pieno di rifiuti, il Comune: "Azione dolosa volta a screditare l’operato dell'Amministrazione"

Dopo il servizio di RomaToday, le precisazioni del Campidoglio che ammettono la mancata definizione della gestione e della manutenzione ordinaria. intanto oggi è in corso una pulizia straordinaria

Precisazioni, travestite da rettifica. Conferme, messe nero su bianco, fatte passare per un ridimensionamento di quanto da RomaToday raccontato. A Ponte di Nona l'inaugurazione del parco archeologico è stato solo uno spot elettorale. A dirlo le condizioni in più punti del parco, lasciato per giorni all'incuria come documentato da un nostro servizio pubblicato nella giornata di ieri. A confermarlo il Campidoglio che ieri sera, dopo la pubblicazione del nostro video ha tenuto a fare delle precisazioni che in realtà confermano l'intero contenuto del video, compresi i timori del comitato di quartiere e cioè che si sia trattato di un'inaugurazione elettorale.  

Il Comune non ha ancora definito la gestione e la manutenzione ordinaria

"Chi si deve occupare dell'area?", chiedevano dal comitato nel video. Una domanda posta anche dai semplici cittadini che quell'area verde l'aspettavano da tempo e la frequentano ogni giorno. Come la nostra giornalista, residente della zona, Veronica Altimari, che giorno dopo giorno ha visto aumentare la quantità di rifiuti presenti in diversi punti dell'area verde. Da qui la decisione di documentare la situazione e di raccogliere la rabbia del comitato di quartiere. Il Campidoglio spiega: "Il parco è una grande zona di circa 22 ettari con aree verdi, un laghetto, un'area sportiva e un’area giochi. È frutto di un’opera a scomputo realizzata da un privato con il quale il Dipartimento Ambiente stipulerà a giorni una convenzione, finalizzata a definire la gestione e la manutenzione ordinaria del parco, a carico del soggetto attuatore per i prossimi dieci anni. In attesa dell’attuazione della convenzione il privato stesso sta già garantendo la manutenzione ordinaria dell’area". 

Nella precisazione c'è la notizia: ad oggi la convenzione è in attesa di essere attuata. C'è però una verità, smentita dal video: "Il privato sta già garantendo la manutenzione ordinaria dell’area". Cosa non vera vista la quantità di rifiuti accumulati. 

"Azione dolosa volta a screditare l’operato di questa Amministrazione"

Nella nota dell'ufficio stampa però, dieci giorni di rifiuti non raccolti, cestini dai quali tracimano rifiuti e sporcizia varia, sono il risultato di "azioni incivili, probabilmente anche frutto di una mirata azione dolosa volta a screditare l’operato di questa Amministrazione". In realtà il comitato, semplici residenti e la nostra giornalista che - ribadiamo - è anche residente della zona, possono tutti testimoniare come i rifiuti si siano lì accumulati da giorni. I cestini pieni, stracolmi, debordanti, non sono inciviltà, ma il segnale di qualcuno che non ha fatto il proprio dovere. 

Pulizia straordinaria

Un fatto quest'ultimo, talmente vero, che questa mattina, 23 settembre, a Ponte di Nona è arrivata l'Ama, soggetto pubblico, socio unico Roma Capitale. E Roma Capitale conferma: "Roma Capitale, a supporto del soggetto attuatore, ha predisposto una pulizia straordinaria dell'area". La chiusura è contro chi vuole "screditare l’operato di questa Amministrazione" con "azioni dolose": "Con il Dipartimento competente si provvederà anche all’installazione di telecamere per riprendere e multare chi abbandona rifiuti nel parco".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il parco di Ponte di Nona è pieno di rifiuti, il Comune: "Azione dolosa volta a screditare l’operato dell'Amministrazione"

RomaToday è in caricamento