rotate-mobile
Giovedì, 8 Dicembre 2022
Aurelio Borgo / Via Domenico Silveri

Un murales per le specie in via d’estinzione. A Villa Carpegna spunta un’altra opera di “Lupus in muta”

Da alcuni giorni la facciata dell’Asilo nido “I Cuccioli di via Silveri”, a due passi da San Pietro, ospita una pernice bianca in uno stormo di pettirossi. Il progetto è a cura di Lucamaleonte, uno dei pioneri della Street-art italiana

Autunno, tempo di migrazioni, ma c’è uno stormo che invece fa capolino da alcuni giorni sulla facciata di un edificio di Villa Carpegna. All’asilo nido “I Cuccioli di via Silveri”, a via Domenico Silveri 6, in zona da San Pietro, uno stormo di pettirossi e una pernice bianca fissano infatti i bambini del cortile scolastico.

Il murales rappresenta il secondo step del progetto Lupus in muta di Lucamaleonte, all’interno del progetto Creatività Urbana 2021 del Municipio XIII.

In risposta all'iniziativa mirata alla realizzazione del progetto Creatività Urbana 2021 del Municipio XIII, l'associazione socio-culturale Villa Carpegna ha selezionato l'artista romano Lucamaleonte, uno dei pioneri della Street-art italiana tanto da essere invitato nel 2008 da Banksy al Cans festival di Londra, come interprete di un dittico murale a tema biodiversità dal titolo Lupus in muta.

Il progetto, a cura dello storico dell'arte e curatore Tiziano Tancredi e del presidente dell'associazione socioculturale Villa Carpegna Sandro Guarino,  si è dunque svolto in due fasi distinte: a fine settembre Lucamaleonte è stato impegnato nella creazione del primo dipinto murale sulla facciata dell'IC Borgoncini Duca – Plesso “Via G. Manetti” a via Giannozzo Manetti 6 nell'area di Valle Aurelia; a metà novembre invece, l'artista ha realizzato il secondo murales sulla  facciata dell’Asilo nido “I Cuccioli di via Silveri”.         

Se sul primo è possibile vedere un unico lupo incastonato tra molteplici volpi rosse, sul secondo è stata disegnata un un'unica pernice bianca attorniata da molteplici pettirossi.   

L’arte per sensibilizzare i più piccini sulla biodiversità

Oltre a un riferimento al modo proverbiale latino Lupus in fabula e dunque all'immediatezza e all'attualità del tema della biodiversità trattato, la scelta del titolo Lupus in Muta unisce in una sola espressione i nomi in latino delle specie animali che sono raffigurati singolarmente nei murales: il lupo detto Canis lupus e la pernice bianca detta Lagopus muta. Inquadrate dunque da mucchi di animali ampiamente presenti sul territorio italiano (con una particolare aderenza al territorio nel caso della volpe rossa, diffusa nelle immediate vicinanze dell'area di Valle Aurelia), il lupo e la pernice bianca sono state rappresentate in quanto specie in via d'estinzione e per questo segnalate sulla lista delle specie a rischio in Italia.   

A Villa Carpegna Lupus in muta Foto di Oscar Giampaoli

    

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un murales per le specie in via d’estinzione. A Villa Carpegna spunta un’altra opera di “Lupus in muta”

RomaToday è in caricamento