Politica

In Campidoglio è il giorno di Roma Metropolitane, liquidazione in Aula: i sindacati preparano l'assedio

C'è la delibera di Giunta per la liquidazione "controllata" di Roma Metropolitane: "Completamento opere e tutela lavoratori". Cgil-Cisl e Uil: "Difendiamo società e dipendenti"

Roma Metropolitane al capolinea: c'è la delibera della Giunta Raggi per la messa in liquidazione della società che si occupa di progettare e realizzare le linee sotterranee della Capitale. 

Liquidazione Roma Metropolitane

"Garantire il completamento delle opere e delle infrastrutture, in particolare legate alla realizzazione della metro C, e tutelare i lavoratori". Il Campidoglio sintetizza così gli obiettivi del provvedimento che sarà discusso oggi mercoledì 16 ottobre nella seduta straordinaria dell'Assemblea Capitolina. 

La liquidazione "controllata" di Roma Metropolitane 

Il documento prevede la nomina di un collegio di liquidatori, formato da tre componenti di cui un Presidente, per porre in essere tutti gli adempimenti previsti dalla legge.

Il collegio, che sarà nominato dalla Sindaca Virginia Raggi e adotterà le proprie decisioni a maggioranza dei suoi membri, "dovrà garantire - così si legge nella delibera - l’esercizio provvisorio della società al fine del completamento delle opere e attività già affidate alla stessa". 

Altresì il collegio dovrà svolgere, è questo l’indirizzo della Giunta, "tutte le azioni necessarie a garantire i livelli occupazionali anche attraverso il ricollocamento del personale presso le altre società partecipate di Roma Capitale" oltre che compiere "con la massima urgenza ogni necessario accertamento sulla situazione economico-finanziaria, patrimoniale ed organizzativa della società".

Dopo crisi e proteste per Roma Metropolitane sarà dunque liquidazione

Roma Metropolitane, Raggi difende la scelta: "Liquidazione controllata". Contestano opposizioni e lavoratori

Roma Metropolitane: sindacati sul piede di guerra

Sul piede di guerra i sindacati. Dopo la fumata nera del tavolo di mediazione in Prefettura, il 25 ottobre sarà sciopero: Roma chiude per protestare contro la politica dell'amministrazione Raggi sul tema delle partecipate. 

Prima però la mobilitazione in Campidoglio dove sono previste la seduta dell'Assemblea Capitolina sulla delibera che prevede la liquidazione di Roma Metropolitane e poi l'assemblea dei soci dell'azienda

"La Giunta capitolina ha finto di confrontarsi con i sindacati sulle partecipate, non ha avuto il coraggio di ammettere che era già pronta una delibera per la messa in liquidazione di Roma Metropolitane, procedendo a tappe forzate, a furia di ‘urgenze’, per far approvare dal Consiglio comunale un atto sbagliato senza consentire ai rappresentanti dei cittadini di comprendere la gravità delle decisioni che si stanno assumendo. L’amministrazione mette in campo una serie di atti di forza che, tutti insieme, non fanno un obbligo di legge: si tratta di una scelta politica" - tuonano la Cgil di Roma e del Lazio, la Cisl di Roma Capitale Rieti e la Uil del Lazio annunciando la nuova mobilitazione "per difendere il futuro della società e dei suoi dipendenti". 

Da Ama a Roma Metropolitane, buio profondo per le partecipate: città verso lo sciopero generale

"I cittadini devono sapere che i suoi problemi finanziari dipendono unicamente dalla scelte compiute da Roma Capitale e che le sue attività sono, invece, fondamentali per il rifacimento delle linee A e B della metropolitana (dove si rischia concretamente di perdere i finanziamenti dello Stato), per il completamento della linea C, evitando lo spreco di seppellire le talpe (costate ai cittadini 60 milioni di euro) sotto il Colosseo, per la progettazione di linee di superficie necessarie alla mobilità e per tutte le altre opere che necessiterebbero di profonde manutenzioni per garantire sicurezza ai cittadini, a partire - dicono i sindacati - dalle linee Roma-Lido, Roma-Viterbo e Roma-Giardinetti, lasciate oggi in stato di abbandono". 

Roma chiude per sciopero: dai trasporti ai rifiuti l'inerzia a 5 Stelle blocca la città

In Campidoglio è il giorno di Roma Metropolitane

Nel giorno di Roma Metropolitane sarà quindi battaglia dentro e fuori Palazzo Senatorio. Revocata la direzione cittadina del partito, il Pd serra i ranghi.

"Il Consiglio in cui verrà discussa la liquidazione di Roma Metropolitane è il paradigma per la battaglia sulla tenuta di tutte municipalizzate su cui abbiamo chiesto un Consiglio straordinario che non è ancora mai stato calendarizzato. Chiedo che tutto il partito - ha detto il capogruppo del Pd in Campidoglio, Giulio Pelonzi - venga a supportare il gruppo capitolino per contrastare questa azione scellerata della Giunta Raggi". 

"Convocazione d'urgenza per liquidare #RomaMetropolitane. Stravolgono le procedure perchè vogliono liquidare la discussione sulle responsabilità della sindaca #Raggi e della Giunta. Noi del Pd ci saremo. Sarà - ha annunciato su twitter Giulio Bugarini, consigliere capitolino dem - una battaglia campale".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Campidoglio è il giorno di Roma Metropolitane, liquidazione in Aula: i sindacati preparano l'assedio

RomaToday è in caricamento