Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica

La voce dei rom in campidoglio: Najo Adzovic è il nuovo delegato

L'ex capo del Casilino 900 è la personalità scelta da Alemanno per portare la voce dei nomadi al sindaco di Roma. L'incarico è a titolo gratuito ed ha durato di un anno

Foto tratta da https://www.flickr.com/photos/hidden_vice/

La sua nomina era nell'aria già da ieri ed oggi è diventata realtà. Najo Adzovic, l'ex capo del Casilino 900, è il nuovo delegato del sindaco ai rapporti con la comunità rom. Il suo compito sarà quello di portare la "voce" dei nomadi al sindaco di Roma.

"Ho bisogno di avere una persona di mia fiducia nella comunità rom - ha spiegato Alemanno - affinché possa spiegarmi i problemi dei nomadi a Roma".

"Non vogliamo essere considerati come degli handicappati - ha spiegato Adzovic - perché siamo capaci di risanare la nostra comunità adeguandoci alle leggi dello Stato italiano". La spinta verso un nuovo corso, con un "messaggio chiaro e duro", è arrivata anche da Alemanno, per il quale "bisogna rispettare la legalità, le regole della città " e diffondere ovunque la convinzione di "trovare un lavoro: chi non vuole fare questo, presto o tardi se ne deve andare".

La nomina di Adzovic ha suscitato anche qualche perplessità e malumore tra alcuni rom sinti, romeni, calderai e khorokhané, i quali nei loro interventi, durante la presentazione del nuovo delegato del sindaco, hanno lamentato "di non essere stati coinvolti nella scelta".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La voce dei rom in campidoglio: Najo Adzovic è il nuovo delegato

RomaToday è in caricamento