rotate-mobile
Politica

A Roma è emergenza clochard: "Si sfruttino alberghi chiusi per il Covid". E all'Esquilino scatta la diffida alla sindaca

I residenti sottoscrivono una diffida lamentando la continua presenza di senzatetto. E Sant'Egidio attacca il Comune: "Sistema di accoglienza insufficiente"

Otto sono morti da inizio novembre. E a decine sono costretti accampati per strada con temperature che sfiorano lo zero. Un quadro tanto allarmante da spingere la comunità di Sant'Egidio a lanciare un appello: si aprano gli alberghi chiusi per il covid-19. Nella Capitale da settimane è emergenza clochard. Lo dicono i numeri dei decessi sui marciapiedi, gli appelli rivolti al Comune di Roma da parte degli enti umanitari, le proteste dei cittadini che arrivano a diffidare la sindaca Raggi e a chiedere di ripristinare il decoro nei quartieri.  

"L'impegno di Roma Capitale è costante e non è mai venuto meno. Abbiamo regolarmente attivato il Piano Freddo e, proprio da quest'anno, potenziamo ancora di più la stabilità e l’efficacia del servizio con 9 milioni di euro di investimento per un bando basato su progettualità di durata quadriennale su 500 posti". E ancora: "Anche quest'anno abbiamo poi rinnovato il sostegno con 120 mila euro al Piano Freddo attivato a livello territoriale da singoli municipi. Purtroppo non basta. 

"Agli 800 posti letto offerti durante tutto l'anno, il Comune di Roma è riuscito finora ad aggiungerne solo alcune decine in più per l’inverno - ha attaccato la comunità di Sant'Egidio - mentre la Caritas e le altre associazioni accolgono complessivamente 1.700 persone, cioè il doppio. Per i circa 3.000 senza fissa dimora che, a Roma, passano ancora la notte all'aperto". 

L'Esquilino diffida Raggi

Intanto nel rione Esquilino i cittadini diffidano la sindaca Virginia Raggi perché ripristini il decoro sotto i portici di piazza Vittorio, occupati dai clochard che cercano disperatamente un riparo. Con l'azione legale si chiede di applicare il famoso regolamento di Polizia urbana che prevede l'adozione di specifiche misure per evitare bivacco e degrado.

Perché quando non ci sono i clochard, al loro posto rimangono cartoni, materassi, deiezioni umane. E quando ci sono, i residenti si trovano troppo spesso ad assistere a risse e litigi. "Nessuno di noi ha un atteggiamento razzista o discriminante nei confronti di persone che sappiamo essere fragili" spiega un cittadino che ha sottoscritto l'atto di diffida. "Il sistema di accoglienza così non funziona e noi non possiamo vivere in maniera normale il quartiere". 

C'è poi chi fa notare come il quadro stia peggiorando rapidamente anche all'interno del giardino, inaugurato lo scorso ottobre (dopo anni di progetti e attese) dalla sindaca Virginia Raggi. Foto di cartoni e rifiuti lasciati dai senzatetto girano già sui social nelle pagine dedicate ai problemi del quartiere Esquilino. Insomma, la misura è colma e i cittadini hanno scelto la strada della diffida e della petizione. 

La soluzione di Sant'Egidio

Il problema però è ben più ampio del "bivacco". La questione clochard è strettamente legata a un sistema di accoglienza messo in piedi dal Comune rilevato da più parti insufficiente per rispondere alle necessità. Secondo i dati forniti dalla comunità di Sant'Egidio sono otto i senzatetto morti per il freddo da inizio novembre. L'ultimo a Ostia il 10 gennaio, davanti la sede del X municipio. Prima ancora il 6 gennaio, nei pressi della stazione Termini. 

"È un numero di vittime inaccettabile per la Capitale d'Italia, che chiama direttamente in causa le istituzioni, non solo per i mesi che sono passati, ma per l'immediato futuro" ha denunciato Sant'Egidio. "L'inverno, quest'anno, arriva nel cuore di una pandemia non risolta che ha aggravato la condizione di chi vive per strada accentuandone l'isolamento. Di fronte al freddo occorre agire in fretta scavalcando l'ordinaria, colpevole, burocrazia che dispensa gli aiuti con il contagocce". Da qui la possibile soluzione, che ancora attende una risposta: aprire gli alberghi chiusi causa covid-19 per accogliere i clochard. 


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Roma è emergenza clochard: "Si sfruttino alberghi chiusi per il Covid". E all'Esquilino scatta la diffida alla sindaca

RomaToday è in caricamento