Marino incontra i minisindaci: “Lunedì mi dimetto”, tracciata road map dei prossimi 20 giorni

Dopo le parole di Orfini: “Troppi errori”, l’ex Primo Cittadino si prepara a lasciare il Campidoglio: “Ogni scenario che avete visto circolare in questi giorni è solo veleno ed è privo di fondamento”

Ignazio Marino

Lunedì 12 ottobre. Questa la data in cui verranno formalizzate le dimissioni del sindaco di Roma Ignazio Marino. Dopo l’annuncio lo scorso 8 ottobre con l’inevitabile scossone politico che ne è seguito, l'ancora Primo Cittadino della Capitale ha incontrato nel pomeriggio di ieri i 15 presidenti di Municipio della Capitale. L’incontro è stato concordato per mettere nero su bianco le priorità di ciascun territorio: atti, provvedimenti e opere che nei prossimi venti giorni dovranno essere sbloccati dall’Amministrazione. 

DIMISSIONI LUNEDI’ - Dopo le parole del commissario romano del Pd Matteo Orfini: “Troppi errori, ho fatto di tutto per difendere l’ex Sindaco”, Ignazio Marino ha infatti confermato, come già comunicato, che lunedì formalizzerà le sue dimissioni, che diverranno dunque effettive e irrevocabili nell’arco dei venti giorni successivi. “Ogni scenario che avete visto circolare in questi giorni è solo veleno ed è privo di fondamento - ha detto il sindaco -. La nostra priorità è non cancellare, al di là delle vicende politiche, il lavoro impostato in questi due anni, perché questo fa una classe dirigente responsabile verso i cittadini”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

CAPACITA’ DI INNOVAZIONE - Siamo dunque arrivati al Game Over, con una campagna elettorale in pratica già aperta ed un inevitabile totonomi per la scelta dei candidati da portare a Sindaco di Roma da parte di tutti gli schieramenti politici. “L’incontro – ha concluso Ignazio Marino – è servito a ribadire il grande lavoro fatto da ciascun presidente, nell’ambito di una vittoria storica che ha portato al governo dei territori persone giovani, la cui capacità di innovazione e di ascolto non va perduta”. Proprio per questo il sindaco ha già chiesto anche una verifica al segretario generale Serafina Buarné per comprendere gli effetti delle dimissioni del sindaco sui territori”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Comune di Roma, pubblicati i bandi: 1512 i posti a disposizione, tutte le informazioni

  • Conosce anziana in treno e la violenta nel vagone, arrestato 28enne

  • Incendio a Roma Nord, fiamme in un autodemolitore: alta colonna di fumo nero

  • Case Ater all’asta: da Garbatella a Trionfale 18 immobili finiscono sul mercato

  • Scuola, nel Lazio il rientro è a ingressi scaglionati: ecco le fasce orarie

  • Coronavirus, a Roma nove nuovi casi: sono 18 in totale nel Lazio. I dati Asl del 6 agosto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento