Centri anziani, sulla riapertura protesta il Municipio VIII: “L’ordinanza della Sindaca fa solo confusione”

La giunta Ciaccheri contesta la scelta di delegare ai municipi la responsabilità di riaprire i centri anziani: “L’ordinanza non prevede linee guida né risorse”. Annunciata una mobilitazione per martedì 7 luglio

La riapertura dei centri anziani è meno scontata del previsto. Chiusi a metà marzo, per evitare il contagio del nuovo Coronavirus, il loro ritorno all’attività è sempre stato rimandato. Di ordinanza in ordinanza la Sindaca ha prorogato la chiusura. Finchè, il 30 giugno, non è stato firmato un altro provvedimento.

L'ordinanza del Campidoglio

Con la nuova ordinanza la Sindaca, per l’ennesima volta, proroga la riapertura al 30 settembre. Ma concede la possibilità di riaprire, a condizione che siano gli enti di prossimità a farsene carico. Serve un provvedimento del Direttore del Municipio che, ascoltato il Direttore dell’Area Socio Educativa ed il Presidente del Centro Sociale Anziani interessato, dispone la ripresa delle attività. A patto che prima siano soddisfatte una serie di condizioni, inerenti la sanificazione degli ambienti, la manutenzione dei condizionatori d’aria e l’acquisto dei dispenser con il gel disinfettante.

Il Municipio lasciato da solo

Le informazioni contenute nel dispositivo non sono state ritenute adeguate dal Municipio VIII. Secondo il Presidente Amedeo Ciaccheri e l’assessore alle Politiche sociali Alessandra Aluigi, l’ordinanza “non produce né indicazioni né linee guida” e finisce per fare “solo una grande confusione sulla gestione di questi spazi” che invece sono luoghi molto importanti per la vita sociale dei cittadini. Nello specifico il dispostivi. Non prevede programmi, politiche attive, risorse per permettere anche alla popolazione anziana di vivere questa estate senza dover scontare un ulteriore isolamento e una quarantena indefinita” accusano Ciaccheri ed Aluigi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La protesta e l'appuntamento

Dopo tre mesi e mezzo di chiusura, quindi, il Campidoglio ha deciso di delegare ai municipi la responsabilità di riaprire i centri anziani. Ma per l’ente di prossimità governato da Ciaccheri “È assurdo che non si sia pensato ad un programma di lavoro con le Strutture Territoriali per sostenere la popolazione anziana”. Per questo, volendo esprimere “un segnale di vicinanza alla nostra comunità” il minisindaco e la sua assessora alle Politiche sociali hanno deciso d’incontrare gli anziani. Appuntamento martedì 7 luglio “nei giardini per promuovere e immaginare nuove attività all'aperto, a cui potranno fare riferimento per non sentirsi soli e abbandonati durante questa lunga estate”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a Roma 342 nuovi casi. L'allarme di D'Amato: "Siamo a livello arancione". I dati Asl del 16 ottobre

  • A Roma la stretta anti Covid, Raggi chiede più controlli: nel week end task in campo tra movida e periferie

  • Coronavirus, a Roma 494 casi. Nel Lazio 994 nuovi contagi

  • Ater, in vendita oltre 7mila case popolari dal Laurentino a San Basilio: ecco il piano

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Torna #vialibera: a Roma quindici chilometri di strade solo per pedoni e ciclisti

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento