rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Politica

Fase 2 bis, centri anziani chiusi fino al 30 giugno: riprendono attività in case di riposo

Le attività nelle case di riposo riprendono seguendo le norme del distanziamento sociale e con l'obbligo di indossare la mascherina e i guanti

Restano ancora chiusi i centri anziani di Roma nella fase 2 bis. A deciderlo il Campidoglio che ne proroga la chiusura fino al 30 giugno. Riaprono, invece, in maniera graduale, le strutture residenziali e semi-residenziali. Nel rispetto delle norme del distanziamento sociale, sono consentite all’interno delle strutture le attività di piscina e palestra presso le Case di Riposo, Co-housing, Gruppi Appartamento, Centri di Pronta Accoglienza, Case Famiglia per diverse fragilità e Casa Iride.

Nuovi accessi saranno consentiti all’interno della Case di Riposo, Co-housing, Gruppi Appartamento e Casa Iride a chi avrà effettuato i test sierologici o tamponi. Parenti e visitatori potranno accedere alle strutture residenziali per anziani solo nei casi indicati dalla struttura, rispettando il distanziamento sociale e indossando obbligatoriamente guanti e mascherina. Le riunioni che prevedono la partecipazione di soggetti estranei alle strutture saranno convocate solo in casi strettamente necessari. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fase 2 bis, centri anziani chiusi fino al 30 giugno: riprendono attività in case di riposo

RomaToday è in caricamento