menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Le immagini del progetto di biogas

Le immagini del progetto di biogas

Maccarese, parere negativo della Provincia sull'impianto a biogas: "Una vittoria importante"

A dare la notizia il Comitato Zero Rifiuti di Fiumicino che da anni si batte contro la realizzazione del progetto: "Ora avviare la raccolta differenziata"

Stop al progetto di un impianto biogas a Maccarese. Come informa il Comitato rifiuti zero di Fiumicino, che da tempo si oppone alla realizzazione del progetto “dopo quasi due anni di battaglie, finalmente la Conferenza dei Servizi della Provincia ha espresso il parere negativo al progetto del biogas come da comunicazione prot.26310/14/PTA2.6/1”. Per i cittadini, “una vittoria importante, che sentiamo nostra di quanti in questi lunghi mesi hanno creduto e sostenuto le nostre osservazioni e richieste”. Anche l'amministrazione comunale di Fiumicino nel dicembre 2012 aveva espresso “il proprio diniego al progetto e che apportò modifiche sostanziali al Regolamento di Igiene Pubblica rispetto alle distanze minime fra impianti insalubri (ivi compresi anche gli impianti biogas), ponendo rigide misure restrittive alla realizzazione di impianti insalubri nel nostro territorio”.

I cittadini ricordano come il territorio è “già gravato dalla presenza di inquinanti in misura tale da essere classificato dalla Regione Lazio in classe B, ponendolo fra i 32 comuni fra i 378 della regione Lazio, in cui la qualità dell’aria presenta per almeno un inquinante livelli che sono prossimi a superare, o hanno già superato, quelli stabiliti dalla legge”. A concorrere all'inquinamento per i cittadini c'è il vicino aeroporto, la Valle Galeria con i depositi di idrocarburi della Raffineria, l'inceneritore di rifiuti ospedalieri di Ponte Malnome, quello dei due biogas di Benetton a viale Maria, dell’impianto AMA di via dei Tre Denari, ancora oggi centro di trasferenza dei rifiuti di Roma verso il nord, per oltre quattro volte il tonnellaggio giornaliero previsto per l'impianto.

Continuano i cittadini: “E’ un parere negativo importante specie in questo momento in cui la ormai cronica emergenza rifiuti a Roma sembra, stando alle dichiarazione del sindaco Marino, doversi risolvere con la realizzazione di due eco distretti e di due impianti biogas. Una soluzione che guarda al passato e che ignorando la riduzione, cioè la prima delle 4R (Riduzione, riuso, riciclo e recupero, ndr) indicate dall’Unione Europea e dalle normative nazionali, rischia di porre la pietra tombale su una raccolta differenziata di qualità”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    "Fa er provola", perché si dice così?

  • De Magna e beve

    12 "vizi" artigianali: nuovo regno del tiramisù apre a Roma

  • De Magna e beve

    Dove mangiare i 5 supplì più buoni di Roma, rigorosamente "al telefono"

Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento