rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Politica

Agricoltura e pesca: al Lazio 44 milioni di euro con il fondo di garanzia

Per compensare le perdite causate dal Covid il Governo ha previsto misure di sostegno a tutto il comparto. Giuseppe L’Abbate (sottosegretario Politiche Agricole): “Per le imprese necessitano di riprogrammare il futuro con investimenti consistenti”

MIsure straordinarie per garantire liquidità alle imprese del settore agricolo e della pesca. Il comparto, nonostante l’emergenza legata al nuovo Coronavirus, non ha smesso di offrire il proprio contributo. Ma per farlo ha necessità di sostegni che, dal livello locale e quello nazionale, siano in grado di supportarlo.

Gli investimenti nel settore

Anche le attività regionali impegnate nel settore agricolo e della pesca hanno beneficiato dei contributo dello Stato. Contributi che sono arrivati in varie forme, ad esempio attraverso il fondo zootecnia, il fondo ristruttruazione, o con la decontribuzione previdenziale ed assistenziale. A questi interventi si sommano quelli dedicarei ad incentivare le imprese agricole e della pesca, attraverso l'Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare del Ministero (ISMEA) sia attraverso l'accesso diretto al fondo di garanzia del Microcredito centrale.

Gli aiuti alle aziende del Lazio

“Il Lazio - ha spiegato ilSottosegretario alle Politiche Agricole, Giuseppe L'Abbate, rispondendo ad un question time alla Camera -  è al momento la nona regione per impieghi totali con oltre 43,6 milioni di euro frutto di 543 operazioni di cui per l'89% relativi a finanziamenti più strutturati, pari a 38,8 milioni di euro”. Solo l’11% dei contributi sono stati richiesti per interventi che avevano necessità di minori capitale. “ Appena 4,8 milioni per operazioni relative ai 30mila euro, segno che - ha sottolineato il Sottosegretario - vi è necessità per le imprese di riprogrammare il futuro attraverso investimenti consistenti". 

Le banche che hanno aderito

Tra gli istituti bancari più attivi troviamo Intesa San Paolo con 8 milioni di euro di impieghi, seguita dalla Banca Popolare del Lazio (4,1 mln) e la Banca Popolare di Fondi (3,5 mln). "Proseguirà il nostro confronto con ABI, l'Associazione Bancaria Italiana - conclude L'Abbate - per far sì che lo strumento trovi sempre maggiore diffusione sul territorio e in più istituti bancari possibili".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura e pesca: al Lazio 44 milioni di euro con il fondo di garanzia

RomaToday è in caricamento