rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Incidenti stradali

Ugo Faina è l'ultima vittima della "curva della morte" sulla Litoranea

Ugo Faina era a bordo del suo scooter quando si è scontrato con una Toyota Yaris. L'automobilista, che si è fermato a prestare immediatamente soccorso, è stato sottoposto ai test per verificare se avesse assunto alcol e droghe come da prassi

Ugo Faina, 56 anni di Pomezia, è l'ultima vittima della strada, morto in un incidente sulla via Litoranea nel tratto tristemente noto come la "curva della morte". Da inizio estate, nella zona che affaccia all'altezza del III Cancello, si sono verificati otto incidenti di cui due mortali

L'ultimo, appunto, ieri. Ugo Faina era a bordo del suo scooter T-Max, stava tornando a casa. Poi la tragedia, poco dopo le 13.30. Stando ad una prima ricostruzione del X Gruppo Mare, il 56enne ha invaso la corsia opposta, scontrandosi contro una Toyota Yaris, finendo sul parabrezza dell'auto, ed una Chevrolet Aveo.

Una carambola fatale per Ugo Faina. Chi indaga, al momento non esclude che all'origine dello scorso ci possa essere stata una manovra fatta dal conducente dello scooter per evitare il manto stradale sconnesso in quel tratto. Di certo, il T-Max non è stato urtato. L'automobilista dalla Toyota, che si è fermato a prestare immediatamente soccorso, è stato sottoposto, come da prassi, ai test per verificare se avesse assunto alcol e droghe. La Litoranea, chiusa per rilievi, è stata aperta dopo cinque ore, alle 18:15 circa, con tanti disagi per chi voleva tornare a casa dopo la domenica al mare. 

Con il decesso di ieri sale a 70 il numero dei morti sulle strade di Roma e dell'hinterland. Ugo Faina è invece la seconda vittima, da inizio estate, sulla litoranea. A pochi metri di distanza dall'incidente di ieri, lo scorso 21 giugno aveva perso la vita un altro scooterista, Riccardo De Grandis, agente di polizia in servizio alla Polaria di Fiumicino di 52 anni. Da anni residenti di Ostia e Torvaianica chiedono più sicurezza per questa strada. Sotto accusa per la scarsa illuminazione, la mancata manutenzione e le curve a gomito. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ugo Faina è l'ultima vittima della "curva della morte" sulla Litoranea

RomaToday è in caricamento