menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Niente più gatti nella "casa degli orrori" di San Giovanni: l'ordinanza della sindaca Raggi

La Sindaca Raggi ha firmato un'ordinanza per vietare la detenzione di animali domestici nella casa della "Killer dei gatti"

Niente più animali domestici dentro casa. Le proteste dei residenti di San Giovanni hanno fatto breccia in Campidoglio. La “Killer dei gatti” non potrà più ospitare felini nè altri animali da compagnia.

L'ordinanza della Sindaca

La decisione è stata formalizzata il 14 marzo, con un’ordinanza firmata dalla Sindaca Raggi Il provvedimento arriva a margine delle tante segnalazioni sulle condizioni in cui versa un appartamento di via Lavinio. La dimora, per le precarie condizioni igienico sanitarie della sua inquilina e dei gatti che vi erano ospitati, aveva già ricevuto le attenzioni dal Comune e dal Municipio VII.

Un appartamento da tenere sotto controllo

La donna che vive nell'appartamento, un’accumulatrice seriale di rifiuti, per effetto dell’ordinanza non potrà più accogliere animali in casa. Quelli con cui ha finora vissuto, pertanto, sono destinati ad essere trasferiti “presso idoneo luogo alternativo” stabilito dal servizio veterinario della ASL territorialmente competente.  L’ordinanza, dispone inoltre periodici controlli da parte della Polizia Locale del VII Gruppo e dei servizi sociali del Municipio VII, al fine di verificare che il divieto sia rispettato e che, nella casa, non vengano accumulati ulteriori rifiuti.

Il racconto della Sindaca

La notizia è stata comunicata dalla Sindaca anche attraverso un post. "Negli ultimi giorni alcune associazioni animaliste del quartiere San Giovanni ci hanno segnalato la sparizione di numerosi gatti. Un caso inquietante, che ho voluto approfondire di persona andando a incontrare questi cittadini.
Sono molto preoccupati: secondo quanto mi hanno raccontato, una signora avrebbe adescato e rapito gli animali per poi lasciarli morire di fame e di sete nella sua abitazione. Una situazione che, a quanto pare, andrebbe avanti da anni" ha spiegato Raggi. Cos'ha fatto quindi l'amministrazione?  "Dopo essermi confrontata con il Coordinamento Gatti Via Lavinio - ha proseguito la Sindaca nel suo racconto - ho contattato all’istante le forze dell’ordine e ho predisposto un’ordinanza che impedisce alla signora di tenere animali nel suo appartamento e dispone di trasferire i gatti in suo possesso in un luogo idoneo. 
Era necessario trovare una soluzione. Gli animali vanno sempre tutelati e difesi
".

Il divieto di tenere animali

Non è la prima volta che la residente di San Giovanni, per le condizioni della propria abitazione e per quelle dei suoi ospiti animali, viene interessata da un simile provvedimento. Finora però l'amministrazione capitolina non si era spinta a scrivere un'ordinanza per  vietare la detenzione di altri animali domestici nell'appartamento.

I gatti morti

Nel 2017 l’abitazione è stata già sgomberata dei materiali di risulta e liberata della presenza dei gatti. In occasione di un intervento svoltosi proprio nel 2017, aveva raccontato un volontario intervenuto insieme ai vigili del fuoco, era stata fatta anche una macabra scoperta. Nell’appartamento, invaso dai rifiuti, erano state rinvenute delle carcasse di animali. Una scena che, visto l'impossibilità di detenere altri gatti, sarà difficile da ripetere. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento