rotate-mobile
Cronaca San Giovanni / Via Matera

25 Aprile a Roma: simboli nazisti sui manifesti della Liberazione

Su uno dei manifesti è stato scritto '25 Aprile festa del vile'

La scritta 'Siegh Heil', i simboli del nazismo, tra cui quello delle SS e altri insulti per la festa della Liberazione dal nazifascismo. È l'insieme che ignoti nella notte hanno disegnato sui manifesti che il Ministero della Difesa ha fatto affiggere in vista della ricorrenza del 25 Aprile.

Le scritte sono apparse nel quartiere Appio-Tuscolano, in via Matera e le immagini hanno fatto il giro dei social. Il muro preso di mira è quello di un istituto religioso, sede di scuola dell'infanzia e anche di una università. Su uno dei manifesti è stato scritto '25 Aprile festa del vile'.

E ancora svastiche e simboli delle squadre di protezione di Hitler anche su manifesti celebrativi fatti affiggere dal Comune di Roma. Su un manifesto con cui l'Anpi annuncia il corteo in programma il 25 aprile a Porta San Paolo è scritto 'Onore alla RSI' e poi la parola 'negri'.

Tra gli atti vandali che l'insulto "terrone" sotto l'annuncio del concerto del cantante napoletano Geolier e una svastica sulla locandina del concerto dei La Sad. Una svastica e una croce celtica sono apparsi anche in cima alla scalea del Tamburino, a Trastevere.

Le scritte naziste a Roma

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

25 Aprile a Roma: simboli nazisti sui manifesti della Liberazione

RomaToday è in caricamento