menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Villini Santa Maria, i lavori di riempimento delle cavità di via Formia sono fermi da marzo 2020

I residenti denunciano: "Non abbiamo saputo più nulla". Interpellato da Romatoday il Campidoglio fa sapere: "Ripartiremo a gennaio"

I lavori di riempimento delle cavità sotterranee di via Formia, propedeutici alla realizzazione delle fognature dei villini Santa Maria, tra Tor Pignattara e Villa Gordiani, sono fermi da marzo 2020. Sarebbero dovuti ripartire entro metà ottobre. Eppure, ad oggi, tutto è ancora fermo. “Non abbiamo più notizie sul proseguimento dell’opera, non abbiamo più risposte né dal Comune né dal Simu sui tempi ed i modi della prosecuzione”, scrivono in un comunicato i cittadini dell'Associazione Villini Santa Maria. “Ci preoccupiamo che quest’opera possa aggiungersi alla lista delle opere che a Roma rimangono incompiute magari oggetto di possibile danno erariale”.

Interpellati in merito da Romatoday dal dipartimento Simu fanno sapere: "È stato necessario fare la variante al progetto originario per includere alcuni tratti fognari su altre strade non presenti inizialmente, accettando le richieste dei residenti di quelle aree e per alcune esigenze e oggettive necessità emerse durante le fasi del cantiere. I fondi ci sono. Stiamo concludendo tutte le procedure amministrative per consegnare il cantiere e riavviare i lavori a gennaio".

Il motivo dello stop era stato spiegato anche dal direttore dell’intervento e responsabile dell'ufficio Geologico del dipartimento Manutenzione urbana, Maurizio Allevi, nel corso della commissione municipale Lavori pubblici il 30 settembre 2020: “Siamo al 60 per cento delle lavorazioni, che sono formalmente sospese. Abbiamo dovuto aggiungere delle quantità, soprattutto per quanto riguarda le miscele di riempimento ed è stato necessario sottoporre una variante all’impresa”. La variante avrebbe dovuto raggiungere il via libera “nell’arco di due o tre settimane” e i lavori “finire entro Natale”, così da poter proseguire con la seconda parte dell'appalto, quella della realizzazione delle fogne. Tutto, però, è ancora fermo tanto che i residenti denunciano di non aver ricevuto più alcuna informazione in merito. 

Per l’inizio dei lavori si era presentata anche la sindaca Virginia Raggi, che aveva commentato: “Abbiamo mantenuto una promessa presa in campagna elettorale”. I villini Santa Maria, tra via Formia, via Labico, via Norma, via Cori, via Minturno, via Sezze, sono da oltre ottant’anni senza impianto fognario. Un problema conosciuto e mai risolto preso in carico dall’amministrazione Raggi. Prima di procedere alla realizzazione delle fognature, era però necessario riempire le cavità sotterranee presenti in molti quartieri del V municipio.

La bonifica è stata finanziata con 1milione e 850mila di euro nel 2016. Il bando pubblicato nel luglio del 2017. I lavori sono iniziati nel settembre del 2019 ma si sono interrotti nel marzo del 2020 perché, secondo quanto spiegato in commissione, il materiale per il riempimento non era sufficiente. La variante è stata prima respinta dall’azienda, poi sottoscritta con riserva. La firma ai documenti che avrebbero permesso di procedere nonostante il parere contrario della ditta vincitrice dell’appalto, particolare che potrebbe generare un contenzioso e maggiori spese per il Campidoglio, era attesa entro la metà di ottobre.  

Contattato in merito il presidente del V municipio, Giovanni Boccuzzi, afferma: “La sottoscrizione del contratto per riprendere i lavori dovrebbe arrivare a breve. Dopo la firma, speriamo di veder riaperti subito i cantieri”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento