Mercoledì, 28 Luglio 2021
Torpignattara Pigneto / Via Leonardo Bufalini

Torpignattara maledice la metro C: ora il 105 passa ogni mezz'ora "e pare un carro bestiame"

Con l'apertura del tratto Centocelle-Lodi il 50 express è stato eliminato dalla Casilina, rimasta con il 105 e con il trenino Laziali che hanno frequenze molto basse. Il municipio: "Chiederemo modifiche ad Agenzia per la Mobilità"

Altro che rivoluzione. Chi abita nel quadrante di Torpignattara e al mattino va a lavoro schiacciato nella calca, boccheggiando a mille gradi e lottando per accaparrarsi un minimo spazio vitale, la metro C la maledice. Dalla via Casilina devi arrivare alla stazione Termini? Due le alternative, entrambi infernali: il 105, che passa ogni mezz'ora e quando passa somiglia più a un carro bestiame che a un bus, e il trenino Laziali, stessa frequenza e stessa ressa a temperature tropicali.  

Il caos sull'arteria consolare è arrivato insieme al taglio del nastro della metropolitana. Con l'avvio dell'ultima tratta Centocelle-Lodi e la parallela riorganizzazione dei bus di superficie è sparito il 50 express, linea che nei mesi scorsi percorreva la Casilina fino al Parco di Centocelle. Ora è diventata una circolare. Percorre via Napoleone III, piazza Vittorio, via Principe Eugenio, via di Porta Maggiore, Porta Maggiore, via Casilina nel breve tratto tra il ponticello e la circonvallazione e stazione Pigneto. 

Eliminato il 50 express la frequenza del 105 è rimasta la stessa. Bassa, troppo per la quantità di fruitori. "Non si può andare avanti così, è intollerabile che questo sia il servizio offerto dal Comune di Roma, è davvero vergognoso". Antonio, residente in via Leonardo Bufalini, lo aspetta almeno mezz'ora in orari di punta. E il segno della croce alla partenza è d'obbligo, perché la quantità di persone stipata in pochi metri di vettura è da terzo mondo. Il trenino? "Non si capisce bene quando passa, ma la frequenza è sempre più o meno di venti minuti. Le condizioni sono anche peggiori, la calca è la stessa ma c'è una temperatura insopportabile in questi giorni". 

Tocca trovare al più presto una soluzione. "Così Torpignattara è isolata" denuncia il Comitato di Quartiere che, oltre a incontrare gli amministratori locali per discutere di proposte da rivolgere ad Atac, ha lanciato una petizione on line per chiedere il ripristino di frequenze "umane" che ha raggiunto 700 firme in poche ore. 

"Siamo d'accordo con Agenzia per la Mobilità che dopo un periodo di sperimentazione della nuova rete Tpl avanzeremo proposte e segnaleremo le criticità riscontrate, tra queste certamente ci sarà anche la questione del 105". L'assessore alla Mobilità del V municipio, Giovanni Assogna, ha incontrato i cittadini e si impegna a portare sul tavolo delle trattative le istanze del quartiere, pur non bocciando in toto la rimodulazione della rete di trasporti. "Ci sono proposte interessante, come la linea che porta direttamente al Policlinico Tor Vergata, certo la questione del 105 in quel tratto specifico è problematica, penso soprattutto a quando riapriranno le scuole. Chiederemo che qualche 50 express diventi 105". 
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torpignattara maledice la metro C: ora il 105 passa ogni mezz'ora "e pare un carro bestiame"

RomaToday è in caricamento