Venerdì, 23 Luglio 2021
Ostia Ostia / Via Oletta

“Shirat Ha-Yam”: dopo la moschea Ostia inaugura una sinagoga

Ieri la presentazione del progetto che sarà operativo al 100% tra un anno. Riccardo Pacifici, presidente della Comunità ebraica di Roma: “Sarà destinata a essere non solo un luogo di preghiera, ma anche un centro culturale e sociale”

Cantico del mare ossia “Shirat Ha-Yam”. E' la sinagoga inaugurata ieri in via Oletta ad Ostia. E' il nome stesso del luogo di culto che ricorda l’elemento naturale caratteristico della località che ospita la comunità ebraica lidense, composta da circa 3000 persone.

Presenti alla cerimonia, Riccardo Pacifici, Presidente della Comunità Ebraica di Roma, Riccardo Di Segni, Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Roma, Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio, oltre ad esponenti politici locali e rappresentanti delle forze dell’ordine.

Anche il professor Giorgio Israel, che è stato oggetto negli scorsi giorni di minacce antisemite, ha partecipato all’inaugurazione della nuova sinagoga sul litorale romano. “La struttura di Ostia”, ha ricordato il Presidente della Comunità Ebraica di Roma, Riccardo Pacifici, “sarà destinata a essere non solo un luogo di preghiera, ma anche un centro culturale e sociale in cui si terranno eventi e attività per giovani e anziani”.

La consegna da parte del Comune di Roma dello stabile di via Oletta dove ha sede la sinagoga e dove si è celebrata la presentazione è stata festeggiata anche dal XIII municipio.
“ La sinagoga ad Ostia”, ha spiegato Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio, “rappresenta uno degli impegni della nostra campagna elettorale che abbiamo mantenuto. È stato da subito un percorso che abbiamo intrapreso e condiviso con la Comunità Ebraica ed è il simbolo dell’apertura di questo territorio a più culture e più religioni. Da oggi, la comunità ebraica avrà un importante punto di aggregazione, oltre che di culto. Questa amministrazione sta lavorando molto per arricchire lo scambio culturale e interreligioso”.
“La necessità di realizzare un luogo di culto come questo”, ha aggiunto Riccardo Pacifici, “è stata subito accolta dal Presidente Vizzani e dal Sindaco Alemanno. Spesso parliamo della nostra memoria, ma noi vogliamo che si parli di ciò che stiamo facendo e di ciò che faremo, solo così potremmo abbattere quei muri della paura e della diffidenza”.

“ E’ fondamentale la collaborazione con le istituzioni politiche - ha fatto sapere Riccardo Di Segni, Rabbino Capo della Comunità Ebraica di Roma - “Shirat Ha-Yam” è sinonimo di speranza e liberazione. Questo centro sarà un importante punto di riferimento per tutta la comunità ebraica di Ostia, e non solo”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Shirat Ha-Yam”: dopo la moschea Ostia inaugura una sinagoga

RomaToday è in caricamento