menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Comunità Foce Tevere: "Nessuna nuova residenza, nessun nuovo domicilio all'Idroscalo di Ostia"

Vannini: "La soluzione per risolvere il problema dell'Idroscalo è la realizzazione di un borghetto"

Nessuna nuova residenza, nessun nuovo domicilio all'Idroscalo di Ostia. E' quanto dichiara la Comunità Foce Tevere rivelando la posizione del Municipio X. "Non importa se più di 500 famiglie (censite più volte neanche fosse un lager) da decine di anni risiedono con tanto di carta di identità e indirizzo alla foce del Tevere, pagando utenze e servizi comunali. Non importa se ci sono necessità di ricongiungimento familiare per i residenti stranieri, se ci sono emergenze di anziani italiani, se ci sono situazioni che normalmente in un paese civile supererebbero ogni ottusità burocratica. Importa soltanto non affrontare il problema come è stato all'ultima assemblea straordinaria territoriale del volontariato organizzato dalla Caritas, XXVI Prefettura Diocesana di Roma, presso il salone della Parrocchia di Santa Monica, dal titolo ‘Da Idro-scalo e Idro-borgo’, il 14 marzo scorso. Nessuna delle istituzioni invitate all’assemblea è venuta: né il presidente del Municipio X, Andrea Tassone, né l'assessore municipale ai servizi sociali, Emanuela Droghei", dichiara la portavoce Franca Vannini. 


La Comunità Foce del Tevere ribadisce "l'unica soluzione per risolvere il problema dell'Idroscalo, che ora sta diventando esplosivo per l'irritazione dei residenti verso le istituzioni, è la realizzazione di un borghetto, Idroborgo, in grado anche di ospitare un piccolo villaggio per Rom e italiani senza fissa dimora quale contributo alla soluzione di problemi pratici di emergenza alloggiativa. Non è certo con questa continua avversione nei nostri confronti, con questa continua mancanza di dialogo, con questa continua modalità di volerci 'ghettizzare' che si può cancellare a parole l'evidenza e che cioè esistono pregiudizi ideologici drammaticamente radicati a livello istituzionale verso la Comunità dell'Idroscalo". 

"Noi ora diciamo basta, anche perché è dal 20 di febbraio che attendiamo che il Vice Presidente del Municipio X, Sandro Lorenzatti, e l'Assessore all'Urbanistica, Giacomina Di Salvo, rispettino l'impegno preso il 30 gennaio di dare delle risposte ad una serie puntuale di questioni che ineriscono le competenze del Municipio e del Comune di Roma", conclude la nota.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento