rotate-mobile
Mercoledì, 28 Settembre 2022
Centro

Decentramento, al municipio I vanno 129 aree verdi: dal Campidoglio mezzo milione per prendersene cura

Al municipio la gestione di oltre 267mila mila metri quadri. Alfonsi: "Sono inclusi molti luoghi simbolo"

Sono centoventinove le aree verdi di cui, da oggi, dovrà prendersi direttamente cura il municipio I. La giunta Gualtieri, proseguendo nel percorso di decentramento amministrativo, ha ceduto all’ente di prossimità la gestione di oltre 267mila metri quadrati di verde.

Gli spazi di cui dovrà garantire la manutenzione il municipio I, sono tutti sotto i 2 ettari, come prevede la delibera di giunta che, lo scorso 21 aprile, è stata firmata dal sindaco Gualtieri. Si tratta di spazi molto differenti tra loro, visto che si va dalle aiuole sistemate nelle piazze a giardini e parchi di medie dimensioni.

Tra le aree assegnate più significative per estensione figurano piazzale Maresciallo Giardino, piazza della Libertà, la panoramica Monte Mario, via Garibaldi, via Bocca della Verità-Tempio di Vesta, le pendici del Pincio, la passeggiata di Ripetta, parco del Celio, piazza e salita San Gregorio,pPiazza Dante, Largo Arrigo VII-Via S. Alberto Magno, piazza di Porta S. Giovanni, parco Egerio, parco Cestio e Via Caio Cestio, Largo Amba Aradam, Giardino di Via Statilia, Viale di Porta Ardeatina e Piazza S. Maria Liberatrice.

Mezzo milione per la cura del verde

“Dopo gli atti già formalizzati con i Municipi III, II, XI, VI, XIII oggi consegniamo al I 129 aree verdi per un’estensione complessiva di oltre 267mila mila metri quadri, accompagnato da una dotazione finanziaria annua di 536mila euro - ha ricordato l'assessora all'ambiente Sabrina Alfonsi - Si tratta di un atto di particolare significato poiché riguarda le aree del centro storico e ricomprende molti luoghi simbolo della città che, grazie alla politica di decentramento di poteri e risorse che si sta attuando, potranno avere una cura di prossimità puntuale ben programmata. Il decentramento congiunto ad azioni di semplificazione e razionalizzazione delle competenze amministrative, costituiscono gli strumenti fondamentali per garantire l'efficienza della cura del verde cittadino”

Il percorso avviato

“Proseguiamo con le consegne delle aree verdi ai municipi nella convinzione che la macchina politico-amministrativa vada migliorata e razionalizzata proprio valorizzando gli Enti di prossimità e, nel contempo, le relazioni con la società civile. Il passaggio di oggi al municipio I - ha commentato l'assessore al decentramento Andrea Catarci - precede di un giorno la presentazione del Regolamento per l’amministrazione condivisa dei beni comuni e si inscrive in un percorso collettivo di valorizzazione della collaborazione dell’amministrazione con la cittadinanza attiva e le associazioni per la cura del verde e degli spazi condivisi”.

La cura del verde di prossimità

Soddisfazione è stata espressa dalla presidente del municipio I Lorenza Bonaccorsi, che ha parlato di un “atto importante che ci responsabilizza molto per garantire cura e decoro del nostro municipio, ma che va nella  giusta direzione di decentramento amministrativo di cui la città e i municipi hanno bisogno”. Ed a proposito di spazi di prossimità, l'assessore al patrimonio Tobia Zevi ha ricordato che “ la nostra sfida quotidiana è quella di rendere confortevole anche lo spazio verde di quartiere, dove giocano anche i nostri figli e le nostre figlie". Un obiettivo da perseguire, ha promesso l'assessore capitolino, facendo  Lo faremo “un passo alla volta, ma con grande caparbietà”.


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Decentramento, al municipio I vanno 129 aree verdi: dal Campidoglio mezzo milione per prendersene cura

RomaToday è in caricamento