TMB Salario, Ama avvia percorso dismissione impianto: "Il territorio ha già dato"

L'annuncio del CdA: "Messa in sicurezza e bonifica del sito". Il minisindaco Caudo: "Si metta nero su bianco revoca AIA"

Mentre i residenti del quadrante di Villa Spada e Fidene continuano a denunciare i miasmi provenienti dall'ex impianto TMB Salario, dove sono ancora stipate 5mila tonnellate di Fos e i piazzali vengono utilizzati come autorimessa, Ama fa luce sul futuro dello stabilimento che per otto lunghi anni, tra cattivi odori e malesseri, ha reso infernale la vita dei residenti. 

TMB Salario, Ama: "Sì a dismissione impianto"

A sette mesi dall'incendio che lo ha distrutto e reso definitivamente inutilizzabile, il nuovo Consiglio di Amministrazione di Ama"ha deliberato di avviare il percorso di dismissione dell'Aia e della messa in sicurezza/bonifica del sito". 

"Il TMB Salario è chiuso per sempre": a sei mesi dall'incendio Raggi chiede ritiro autorizzazione e bonifica

A farlo sapere in commissione capitolina Ambiente il consigliere di amministrazione della Municipalizzata, Massimo Ranieri, che ha poi specificato "non abbiamo ancora chiesto alla Regione la revoca dell'Aia del TMB Salario"  tuttavia, "la presidente di Ama sul ripristino ambientale del sito ha avuto un'interlocuzione con il presidente del Municipio (Giovanni Caudo, ndr.) perchè vogliamo mettere in piedi un progetto di rinaturalizzazione del sito per restituirlo al territorio che ha già dato".

Il Municipio III: "Ora si revochi autorizzazione"

Una sinergia di intenti confermata dal minisindaco del Municipio III che ha ringraziato la presidente di Ama, Luisa Melara, "per aver portato in una riunione del consiglio di amministrazione le richieste sollevate a nome di quei cittadini che dopo tanti anni di sofferenze chiedono ora che si revochi l'AIA e che si avvii un percorso di bonifica e di riqualificazione di quel sito”. 

La rinascita della Salaria: "Luci e non lucciole"

Al posto dell'impianto per il trattamento meccanico biologico dei rifiuti il Roma Montesacro li immagina il centro direzionale di Ama e un parco pubblico affinchè decretino la definitiva riqualificazione, non solo dell'ex stabilimento, ma di tutta la Salaria.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Salaria rinasce: arte nella cartiera e stop TMB

"Un progetto di respiro urbano e metropolitano. Di questo ha bisogno Roma: di fiducia, di visione del futuro e di collaborazione tra tutte le istituzioni. Ora - ha sottolineato Caudo - è urgente mettere nero su bianco, a cominciare dall'atto della revoca dell'AIA, poi la costituzione del gruppo di lavoro per la bonifica e il riuso. Noi, il Municipio ci siamo”. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento