Commercio su area pubblica: contestato l'Osservatorio voluto dai 5 stelle

Il presidente della Commissione Commercio Andrea Coia (M5s) è stato aspramente criticato da un'associazione di categoria: "Hai rovinato migliaia di famiglie"

Il regolamento per istituire il commercio su area pubblica è passato. Ma in maniera tutt'altro che serena.  In commissione Commercio  il suo principale estensore, Andrea Coia, ha infatti ricevuto dure contestazioni che hanno comportato anche  la momentanea sospensione della seduta. Ora attende di essere approvato anche in Assemblea Capitolina.

L'attacco a Coia

Per il presidente dell'Aiarc associazione ambulanti Pippo Marcì, il presidente della commissione Coia, autore del regolamento, è "il peggior nemico delle rotazioni che ha rovinato migliaia di famiglie". Secondo il regolamento all'osservatori dovrebbero partecipare l'assessorato e dipartimento al Commercio, commissione, Municipi, categoria e anche comitati di quartiere.

Le critiche

Tanti soggetti, troppi secondo Macrì. "Che c'entrano le associazioni dei cittadini? L'osservatorio era stato creato per l'ottimizzazione delle rotazioni. Avete fatto gli atti senza convocare nessuno- ha tuonato Macrì - parlate di decoro ma ci vuole la vostra faccia tosta per parlarne con quello che ci sta a Roma. Lei - ha aggiunto riferendosi di nuovo al presidente di commissione- sicuramente sarà ricordato. Avete rovinato Roma".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sospesa la seduta

Le dure parole del presidente di Airc non sono però piaciute al presidente di Commissione che ha sospeso la seduta  "in attesa che i commentatori di odio escano". Alla ripresa, i toni si sono ammorbiditi ma le contestazioni sono rimaste.   "Il commercio fuori mercato sta languendo, le delocalizzazioni selvagge hanno azzerato il volume d'affari", ha osservato Vittorio Baglioni della Cisl, che però ha annunciato "collaborazione delle organizzazioni sindacali con i Municipi". Un'apertura è invece stata registrata da Alfiero Tredicine, presidente di Arpe Confesercenti, che ha definito l'osservatorio"opportuno, vitale e fondamentale per la categoria e per la città". Il regolamento è comunque passato a maggioranza. Unico astenuto il capogruppo di Forza Italia Davide Bordoni. Ora attende di essere approvato anche in Assemblea Capitolina.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento