menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Borghetto San Carlo, avviati i lavori per la ristrutturazione dei casali: "Consegna entro ottobre"

L'assessore Montuori: "I lavori proseguono seguendo finalmente un cronoprogramma strutturato"

Alla fine sono iniziati: i lavori per la ristrutturazione dei casali di Borghetto San Carlo, 22 ettari di terreno agricolo lungo via Cassia, hanno mosso i primi passi. La notizia si è diffusa giovedì scorso, 28 gennaio, quando si è tenuta una commissione capitolina Urbanistica in merito alla convenzione stipulata anni fa tra la Impreme spa, oggi acquisita da una nuova società, e il Comune di Roma per la loro ristrutturazione come compensazione per l’edificazione di Parco Talenti. Dovevano essere pronti nel 2016 per essere assegnati alla cooperativa  agricola Co.r.ag.gio. vincitrice di un bando pubblico per l'utilizzo di quelle terre. Nel corso della commissione è stato confermato che i casali verranno consegnati entro ottobre 2021. Da qualche giorno a questa parte nei cantieri sono comparsi operai e impalcature. 

L’assessore all’Urbanistica del Comune di Roma, Luca Montuori, presente in commissione, ha affermato: “Proseguono i lavori grazie alla rinnovata sinergia di tutti i soggetti coinvolti in primo luogo la cooperativa Coraggio e la nuova proprietà, sotto il monitoraggio del cantiere del dipartimento Programmazione e Attuazione Urbanistica con la Sovrintendenza Capitolina, con l’impegno e l’indirizzo dell'Assessorato all'Urbanistica e del Municipio XV”, ha scritto in una nota. “I lavori proseguono seguendo finalmente un cronoprogramma strutturato. Abbiamo stabilito la possibilità di una consegna anticipata di parte degli immobili e un prossimo appuntamento a metà maggio per l’anniversario della cooperativa. L'obiettivo”, ha concluso, “è vedere finalmente risolto un tema di convenzioni in passato mai vigilate con attenzione e che si trascina da anni ma che adesso ha un percorso definito e un monitoraggio serrato per un'area che non può che avere un respiro internazionale incentrato sul tema della salvaguardia dell’Agro romano, del turismo sostenibile, delle food policies e dell'Agrifood su cui lavoriamo da anni”.

Giacomo Lepri, presidente della cooperativa  agricola Co.r.ag.gio., ha commentato a Romatoday: “Siamo cautamente ottimisti. Il risultato di questi giorni è stato raggiunto grazie ad anni in cui la cooperativa ha fatto il lavoro dell’amministrazione: ha raccolto la documentazione relativa alla compensazione, l’ha sottoposta agli uffici e alle commissioni, il tutto grazie al sostegno della rete Roma Food Policy in tandem con alcuni consiglieri del municipio. Possiamo dire di aver sbloccato la situazione pagando con una serie di sacrifici. Non ultimo, abbiamo lavorato la terra praticamente gratis per cinque anni e bonificato l’area verde senza poter contare sull’utilizzo dei casali. Alla fine siamo riusciti a ottenere quello che dovrebbe essere normale: il rispetto delle regole. Ora continueremo a vigilare e aspettiamo di sederci al tavolo con l’amministrazione per ragionare del contratto d’affitto per far finalmente vivere l’azienda agricola”.

Non possiamo che essere cautamente ottimisti”, il commento di Daniele Torquati capogruppo del Pd nel III municipio e del consigliere dem Marcello Ribera. “Vogliamo ringraziare gli uffici comunali che in questi mesi sono stati disponibili e attenti. Nonostante la distanza siderale che ci divide dall'amministrazione capitolina, nonché dalla Sindaca Raggi, vogliamo esprimere anche apprezzamento per la sensibilità dimostrata dall'assessore Montuori intervenuto oggi nella seduta di commissione. Un solo piccolo appunto: per quanto riguarda questa convenzione, da parte dell'amministrazione municipale, soprattutto precedente, non è affatto vero, come ha scritto su Facebook, ‘che queste convenzioni in passato non sono mai state vigilate’. Da parte nostra, come abbiamo fatto in questi anni, continueremo a vigilare ed aiutare affinché il Municipio avrà in consegna gli stabili e un bene privato diventi di fatto un bene comune”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento