rotate-mobile
Mercoledì, 29 Giugno 2022
Politica

Raccolta differenziata, premiati i comuni più green del Lazio: sul podio anche Albano

Fondi, Vitorchiano e Albano Laziale sono i comuni più virtuosi sopra i 5mila abitanti

Nel Lazio la raccolta differenziata ha superato, nel 2020, il 51%. E’ un valore medio che tiene conto, inevitabilmente, anche dei risultati ottenuti da amministrazioni meno virtuose. Ma in quel dato sono contenute anche le performance dei “comuni green”. Come quelli che, il 22 luglio, sono stati premiati al Tempio di Adriano.

I comuni più virtuosi

Sopra i 5mila abitanti, i comuni che sono riusciti a differenziare la maggiore percentuali di rifiuti, sono finiti Fondi, con l’83,9%, Vitorchiano con l’80% e Albano Laziale. Il comune castellano, che per effetto dell’ordinanza firmata da Virginia Raggi, dal 26 luglio dovrà riaprire la discarica di Roncigliano, nel corso del 2020 ha differenziato il 79,4% dei propri rifiuti. 

Per quanto riguarda gli enti locali sotto i 5mila abitanti il podio è composto da Norma (84,8%), Oriolo Romano (82,4%) e Canale Monterano (82,2%). A Nespolo, Belmonte in Sabina e Coreno Ausonio è andato invece il riconoscimento di Comuni Plastic Free per i preziosi risultati ottenuti nel recupero e nel riciclo della plastica.

La raccolta differenziata nel Lazio

“Nel 2020 il Lazio è arrivato al 51,6% di raccolta differenziata media, con un aumento di circa 20 punti percentuali negli ultimi cinque anni- ha dichiarato Nicola Zingaretti- Un traguardo notevole, che è stato possibile conseguire grazie all'investimento regionale di 80 milioni di euro per sostenere la realizzazione di isole ecologiche e centri di compostaggio nei Comuni del Lazio, insieme alle ottime prestazioni raggiunte da moltissimi enti locali: oltre 250 Comuni, infatti, hanno superato il 50% di raccolta differenziata nel 2020”.

Chi meno inquina meno paga

In occasione della premiazione delle amministrazioni più virtuose, a cui hanno preso parte anche l'assessore regionale ai Rifiuti, Massimiliano Valeriani il presidente dell'Anci Lazio, Riccardo Varone e alla dg del Lazio , Wanda D'Ercole, è stato presentato anche il risultato di un bando regionale. E’ quello che destina un investimento di circa 2 milioni di euro per sostenere l'introduzione della Tarip, la tariffa puntuale sui rifiuti che si basa sul principio chi “meno inquina, meno paga”. 

La collaborazione con l'Anci

Un supporto ai Comuni che non si limita all'assegnazione di contributi economici per l'acquisto di materiali e strumenti necessari all'applicazione della Tarip, ma anche attraverso l'aiuto che verrà fornito dall'Anci Lazio. La Regione, infatti, ha sottoscritto una nuova collaborazione con l'Associazione nazionale dei comuni per proseguire e ampliare il sostegno agli enti locali nella formazione tecnica e normativa legata al sistema dei rifiuti. In particolare, il nuovo progetto Gerico 2 nasce con la missione di  supportare le amministrazioni comunali su differenziata e riciclo, mettendo in campo azioni per far conoscere le opportunità offerte in questo ambito. 


 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta differenziata, premiati i comuni più green del Lazio: sul podio anche Albano

RomaToday è in caricamento