Calenda torna all'attacco: "L'amministrazione Raggi non esiste, Roma è morta"

Il ministro dello Sviluppo economico contro Virginia Raggi

Non accenna a placarsi la polemica tra il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, e la sindaca Virginia Raggi. Dopo uno scambio di fuoco, in serata l'esponente del Governo Gentiloni è tornato all'attacco nel corso di un intervento all'Auditorium Angelicum:  "L'amministrazione comunale" di Roma "non c'é, semplicemente non esiste" ha affermato. Poi ha rincarato la dose: "Dissi che non potevamo aspettare di veder passare il cadavere della capitale. Ecco, mi pare stia passando". 

Tutto è scattato ieri quando il ministro ha affidato a Twitter la decisione di chiudere il 'Tavolo per Roma', ha spiegato, "dopo l'ennesima risposta arrogante della sindaca". Il tavolo era partito nel novembre scorso, non senza polemiche tra lo stesso ministro e la sindaca. Sul tavolo c'erano 19 progetti per lo Sviluppo della Capitale. Oggi lo scontro è tornato alle stelle. 

Interpellato in merito alla possibilità di candidarsi a sindaco di Roma in un futuro ha risposto: "Se adesso utilizzassi il lavoro fatto per candidarmi a sindaco di Roma sarei un cialtrone, quindi non lo faccio. Neanche morto". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 Intanto, secondo quanto si apprendere saranno nove, su 19 totali, i progetti individuati dal tavolo Roma convocato dal Mise che saranno finalizzati entro febbraio, nonostante la rottura delle trattative tra il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda e il sindaco Virginia Raggi. In particolare si tratta di progetti che non hanno bisogno di cofinanziamento da parte del Campidoglio, e per questo andranno avanti lo stesso. Si va dai 10 milioni per l'accesso al credito ai 232 per innovazione, ricerca e start up, fino ai 215 milioni per un piano di efficientamento energetico. Restano in piedi anche le indagini con 100 aziende, con oltre 40 bilaterali al Mise, il polo per le scienze della vita (previsto un finanziamento Cipe), il sostegno all'industria creativa come il Festival del videogame e il Maker faire 4.0 (1,5 milioni di finanziamento Mise), il potenziamento del turismo e delle strutture ricettive (mezzo milione Ice a favore del Convention bureau Roma e Lazio), la riqualificazione dell'offerta turistica di Roma (stanziamenti Mise per 5 milioni di euro alla firma di un protocollo con il Mibact) e la sicurezza attraverso la videosorveglianza. "Su quelli che non necessitano di attivita' e/o fondi del Comune andiamo avanti con la Regione. Rapidamente senza ulteriori perdite di tempo"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Roma, tamponi rapidi a 22 euro: l'elenco dei laboratori privati dove farlo

  • Roma, la mappa del contagio di ottobre: 47 quartieri con più di cento casi

  • Drive in dove fare i tamponi a Roma: gli indirizzi. L'elenco completo

  • La marcia 'nera' su Roma, l'ultra destra sfida il coprifuoco. La Questura: "Nessun preavviso per il corteo"

  • Paura a Gregorio VII, a fuoco un autobus: esplosioni e colonna di fumo nero sulla zona

  • Coprifuoco a Roma e nel Lazio, ecco l'ordinanza: autocertificazione per spostamenti da mezzanotte alle 5

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento