rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Politica

"Buongiorno, sono il sindaco": nuova iniziativa di Marino, una telefonata ai romani in difficoltà

Il primo cittadino si è assunto l'impegno costante di interessarsi in prima persona alla situazione dei cittadini che si rivolgono all'amministrazione capitolina per un aiuto

“Buongiorno, sono il sindaco”. E' la frase che alcuni dei i romani e delle romane che si sono rivolti all'amministrazione capitolina per segnalare problemi o chiedere aiuto hanno sentito sollevando il ricevitore del telefono. Si chiama proprio così, 'Buongiorno sono il sindaco' , l'iniziativa 'inaugurata' dal primo cittadino con le vicende di Cristiana e Marisa. Un impegno costante che permetterà all'amministrazione capitolina di “rafforzare ulteriormente il rapporto diretto tra il sindaco e i cittadini”si legge in una nota. Un percorso iniziato “concretamente e da subito attraverso l’istituzione dell’Ufficio del sindaco per i Rapporti con i Cittadini (URC) - che raccoglie segnalazioni e proposte all’Amministrazione ma anche con l'iniziativa 'Lo dico al sindaco'”.

CRISTIANA – Si legge nella nota del Campidoglio: “A inaugurare “Buongiorno, sono il sindaco” è stata la telefonata alla signora Cristiana, mamma di Andrea, alla quale Ignazio Marino ha chiesto notizie sulle condizioni del figlio 19enne affetto da autismo. Una situazione difficile quella di Andrea che aveva frequenti eccessi di violenza nelle persone a lui vicine”. Continua la nota: “L’URC  ha raccolto l’appello accorato della signora Cristiana, individuando una struttura pronta ad ospitare Andrea. Il ragazzo è stato accolto presso la Fondazione Fornino-Valmori Onlus di Forlimpopoli, in provincia di Forlì. Una struttura semiresidenziale in cui per qualche ora al giorno, o per soggiorni più lunghi, le persone con disturbi di autismo o disagi psichici possono frequentare laboratori e svolgere attività anche ricreative, come l'equitazione, allo scopo di acquisire abilità e competenze utili nella vita di tutti i giorni e potenziare le proprie capacità relazionali. Andrea è ospite del centro da circa tre settimane”.

MARISA - E’ stata poi la volta della telefonata alla signora Marisa, che al rientro dall'ospedale aveva trovato la propria casa occupata abusivamente. “Grazie al lavoro degli uffici capitolini la signora è riuscita a rientrare in possesso del proprio appartamento, ma ha scoperto di essere stata derubata di denaro, oggetti d'oro ed effetti personali. Inoltre la casa era stata danneggiata ed è ora priva di acqua calda. Il sindaco Marino si è impegnato a rendere nuovamente confortevole l’abitazione nel più breve tempo possibile”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Buongiorno, sono il sindaco": nuova iniziativa di Marino, una telefonata ai romani in difficoltà

RomaToday è in caricamento