menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Tor Bella Monaca

Tor Bella Monaca

Spari a Tor Bella Monaca: si segue la pista della droga

Rimangono molto gravi le condizioni del giovane ferito alla testa e trovato agonizzante in via Villabate. Si indaga nel mondo delle sostanze stupefacenti. Il padre del giovane già in carcere per reati legati al mondo dello spaccio

Rimangono molto gravi le condizioni del ragazzo di 17 anni colpito alla testa da due colpi di pistola e lasciato agonizzante sul ciglio della strada a Tor Bella Monaca la sera dell'Epifania. Trovato da un passante in una aiuola tra via Villabate e via Luigi Baldrighi e ricoverato d'urgenza al Policlinico Tor Vergata, le condizioni del giovane, restano dunque invariate. I medici hanno deciso per ora di rinunciare a qualsiasi intervento chirurgico che rischierebbe di compromettere le condizioni già molto critiche del ragazzo

INDAGINI DEI CARABINIERI - Intanto proseguono le indagini dei carabinieri di Frascati per fare luce sul ferimento che, dai primi accertamenti, sembrerebbe legato alla droga. La vittima, infatti, ha qualche precedente per reati contro il patrimonio e per stupefacenti. Effettuati i sopralluoghi, le indagini dei carabinieri proseguono, anche ascoltando testimoni, per capire le frequentazioni del ragazzo.

GLI SPARI - Secondo la ricostruzione degli investigatori il 17enne sarebbe stato raggiunto da due colpi di una pistola, in seguito ad un ipotetico appuntamento con colui che ha premuto il grilletto. Un incontro che potrebbe essere degenerato con il 17enne colpito a brucia pelo da distanza ravvicinata con una pistola a tamburo. Sul posto infatti i carabinieri del Nucleo investigativo di Frascati non hanno rinvenuto bossoli ma solo tracce di sangue.

PADRE IN GALERA - Il giovane, che ha precedenti per furto e stupefacenti, vive in un contesto familiare difficile: il padre, è un ex trafficante di droga detenuto in carcere dall'ottobre del 2011, dopo essere stato ricercato dall'Interpol per diverso tempo prima di essere rintracciato in Venezuela, anche la madre ha alcuni precedenti. Il giovane, residente nella zona dell'Ardeatino, non frequenta la scuola, né lavora. Lo scopo dei militari è ora quello di fare luce sulla vita privata e sulle amicizie del giovane, per ricostruire la dinamica di una vicenda che molto probabilmente si inquadra in un contesto criminale. Ma per ora nessun'altra ipotesi viene esclusa del tutto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento