rotate-mobile
Cronaca

Aboubakar Soumahoro discriminato a Roma, arrivano le scuse del tassista: "Il perdono è una virtù"

E' lo stesso sindacalista Usb a rendere pubblica la pace fatta fra lui ed il conducente dell'auto bianca che lo discriminò

Pace fatta fra Aboubakar Soumahoro ed il tassista romano che lo "discriminò" invitandolo a sedersi davanti nel taxi che il sindacalista Usb aveva richiesto. Dopo la denuncia del giovane, è lo stesso Soumahoro a pubblicare una foto sorridente di lui e del tassista la cui azione venne denunciata sui social network. 

"Lui è Stefano - scrive  Aboubakar Soumahoro su facebook - il tassista che giorni fa mi ha impedito di salire sul suo taxi. Oggi ci siamo incontrati e mi ha chiesto scusa. Scuse che ho accettato: Il perdono è una virtù che va esercitata perché libera l’anima e infonde il coraggio per guardare al futuro con speranza. #primagliesseriumani".

La vicenda risale allo scorso 9 ottobre quando il sindacalista Usb denunciò su Twitter l'accaduto: "Tu sali davanti o non entri nel mio taxi", mi ha detto questa mattina a Roma un'autista. Pochi minuti dopo, ha fatto accomodare sui sedili posteriori due passeggeri visibilmente italiani". il tweet pubblicato una settimana fa dalla voce degli sfruttati dei campi di lavoro.

Dopo aver reso pubblica la denuncia sui social, lo stesso è stato fatto per sancire la pace fatta fra i due. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aboubakar Soumahoro discriminato a Roma, arrivano le scuse del tassista: "Il perdono è una virtù"

RomaToday è in caricamento