rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Scontri Liverpool Roma, Sean Cox lotta tra la vita e la morte. Scatta l'allarme vendetta per il ritorno

Sono nove gli ultras sottoposti a fermo dalla polizia del Merseyside. Gravi le condizioni del tifoso dei Reds

Sono ancora in corso le indagini da parte della Merseyside Police volte ad accertare le eventuali responsabilità dei tifosi fermati dopo gli scontri avvenuti a Liverpool fuori dall'Anfield Road prima del fischio d'inizio della semifinale di Uefa Champions League giocata tra la compagine inglese e l'As Roma. Nove i tifosi della Roma fermati. Di questi, due erano accusati del "tentato omicidio" di Sean Cox, il tifoso dei Reds di 53 anni che lotta fra la vita e la morte al Walton Neurological Center di Liverpool dove è attualmente ricoverato per un grave trauma cranico. Si tratta di due romani Filippo Lombardi, 20 anni, e Daniele Sciusco, 29 anni. Gli altri sette sono invece accusati di reati minori quali danneggiamenti, possesso di droga, armi offensive e altro. Tra i fermati anche una decina di tifosi del Liverpool. 

Caduta l'accusa di tentato omicidio per i due ultras della Roma

Due ultras della Roma fermati per tentato omicidio 

Oltre ai sette fermati, sono 40 le persone identificate dalla Digos di Roma, perlopiù appartenenti al gruppo ultras dei Fedayn, la cui posizione è al vaglio dell'autorità giudiziaria inglese. Come informa la Merseyside Police i due tifosi accusati del tentato omicidio del 53enne irlandese sono tenuti  "in custodia per comparire al tribunale dei magistrati di South Sefton questa mattina, giovedì 26 aprile".

Sean Cox tifoso del Liverpool ferito dai tifosi della Roma 

A lottare fra la vita e la morte Sean Cox, dirigente di una squadra locale del Galles, ferito gravemente durante gli scontri scoppiati intorno alle 19:35 locali nell'area di Venmore Street, una via laterale che si trova poco distante da un pub dove si radunano i tifosi dei Reds dalla parte della Kop, il settore più caldo dell'Anfield Road. Secondo quanto riferito da alcuni testimoni il 53enne sarebbe stato colpito duramente con pugni e cinghie per poi rovinare violentemente in terra e battere la testa. Le sue condizioni sono apparse da subito gravi, potrebbe riportare gravi danni al cervello.

Liverpool-Roma: il video degli scontri 

Ultras della Roma identificati 

I tifosi della Roma sono stati identificati dagli uomini della Digos di Roma dopo aver visionato con le autorità britanniche le immagini degli scontri avvenuti prima dell'inizio della partita. A Liverpool erano infatti presenti gli investigatori italiani che, come in ogni trasferta europea, seguono i tifosi giallorossi. Secondo quanto si apprende oltre ai nove fermati, due per tentato omicidio ed altri sette per altri reati, sarebbero una quarantina gli ultras identificati, tutti appartenenti perlopiù ai Fedayn e ad altri gruppi ultras. Durante il primo tempo gli investigatori hanno visionato i filmati e hanno identificato i due ultras di 20 e 29 anni. Successivamente i due sono stati bloccati sempre da parte della Digos, affidati alle autorità britanniche e poi sottoposti a fermo. Qualora gli elementi a carico dei due ultras dovessero essere confermati, saranno le competenti autorità britanniche a stabilire le eventuali singole responsabilità e la corretta qualificazione giuridica dei reati commessi.

Massima allerta per il ritorno allo stadio Olimpico 

In attesa degli esiti delle indagini in relazione agli scontri di Liverpool la Questura di Roma sta già pianificando i dispositivi di sicurezza in vista del ritorno della semifinale di Champions League che si giocherà mercoledì 2 maggio allo stadio Olimpico di Roma, considerato a rischio. Gremito in ogni ordine di posto sono circa 5mila i tifosi inglesi che hanno acquistato il biglietto per il match dello stadio capitolino. Massima attenzione sarà rivolta anche nei giorni precedenti al match in zone considerate da sempre a rischio quali Campo de' Fiori, l'area del Colosseo, di Termini, di piazza del Popolo e Villa Borghese. Bonifiche nell'area scatteranno già diverse ore prima della gara, con il piano sicurezza che verrà messo a punto con il passare delle ore. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scontri Liverpool Roma, Sean Cox lotta tra la vita e la morte. Scatta l'allarme vendetta per il ritorno

RomaToday è in caricamento