rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Attualità

Coronavirus: arrivate a Roma le prime 9750 dosi di vaccino

Nell'ambito dell'operazione Eos, i mezzi e gli aerei della Difesa provvederanno a distribuire i vaccini sul territorio italiano

Sono arrivate a Roma il giorno di Natale a bordo dei furgoni scortati le prime 9.750 dosi di vaccino contro il Coronavirus. Le fiale sono arrivate a destinazione presso una struttura dei carabinieri a Tor di Quinto.

Nel corso della mattinata di Santo Stefano il furgone con le dosi di vaccino Pfizer-Biontech proveniente dal Belgio è poi arrivato allo Spallanzani di Roma, scortato dai carabinieri. "Sono arrivate le prime dosi simboliche dei vaccino, quindi intravediamo il primo spiraglio di luce dopo una lunga notte. La strada sarà ancora lunga perchè possa arrivare il giorno, ma è importante iniziare con questa vaccinazione simbolica che domani tutti i cittadini europei cominceranno".

Vaccino Coronavirus allo Spallanzani

Il commissario straordinario per l'emergenza Covid19, Domenico Arcuri, ha poi aggiunto alle telecamere di RaiNews24: "Nei prossimi mesi continueremo questa campagna per portare il nostro Paese, nei tempi in cui sarà possibile, fuori da questa emergenza. Domani sarà un giorno molto simbolico, molto emozionante, molto partecipato, e siamo convinti che tutti cittadini comprenderanno l'importanza di questo momento".

Le dosi saranno divise su base regionale e domenica 27 dicembre, giorno del V-day, partirà la vaccinazione. Nell'ambito dell'operazione Eos, i mezzi e gli aerei della Difesa provvederanno a distribuire i vaccini sul territorio italiano. I camion con le dosi di vaccino Pfizer-BionTech per il V-day in tutta Europa erano partiti il 24 dicembre dal sito produttivo di Puurs in Belgio.

Vaccino per Coronavirus a Roma 

In una prima fase i mezzi e gli aeromobili militari contribuiranno a distribuire le prime 9.750 dosi recapitandole a destinazione. Con i carabinieri che forniscono il servizio di scorta ai movimenti via terra. Allo Spallanzani intanto è tutto pronto. Qui verranno portate le dosi di vaccino e a loro volta smistate. "Questa mattina (ier ndr) - ha spiegato in un videomessaggio l'assessore alla Sanità Alessio D'Amato - è stato effettuato un sopralluogo nella zona di stoccaggio dei vaccini anti Covid-19. La macchina è pronta per l'avvio, nella Regione Lazio, della somministrazione dei vaccini".

Le successive dosi di Pfizer, così come previsto dal Piano Vaccini, saranno consegnate direttamente dalla casa farmaceutica ai 300 siti di somministrazione individuati dalla Struttura commissariale in accordo con le Regioni. Nella seconda fase, non appena disponibili i vaccini di tipo “cold” delle altre case farmaceutiche (AstraZeneca, Moderna, etc), le Forze Armate in base alle indicazioni fornite dal Commissario Straordinario saranno impegnate nel trasporto logistico su tutto il territorio nazionale.

Claudia Alivernini: la prima infermiera a ricevere il vaccino 

Distribuzione nel Lazio

Nel Lazio le dosi disponibili saranno 955. "Il 28 dicembre i vaccini saranno somministrati nell'Asl di Rieti (40 dosi), Asl di Viterbo (40 dosi), Asl Roma 1 (80 dosi), Asl Roma 2 (80 dosi), Asl Roma 3 (50 dosi), Campus Bio-medico (20 dosi), Gemelli (50 dosi), ospedale pediatrico Bambino Gesù (30 dosi), Tor Vergata (30 dosi), Umberto I (50 dosi) e Sant'Andrea (20 dosi). il 29 dicembre all'Ifo (30 dosi), San Camillo (50 dosi), San Giovanni (40 dosi), Asl di Frosinone (40 dosi), Asl di Latina (40 dosi), Asl Roma 4 (40 dosi), Asl Roma 5 (40 dosi), Asl Roma 6 (40 dosi) e Ares 118 (15 dosi)”. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: arrivate a Roma le prime 9750 dosi di vaccino

RomaToday è in caricamento