Martedì, 21 Settembre 2021
Torre Maura Torre Spaccata / Viale dei Romanisti

Torre Spaccata, con l'ex mercato in fumo la cultura del quartiere: "L'incendio è doloso"

Sigillata l'area anche le attività sono sospese in attesa delle indagini. Intanto da Calpurnia: "Ennesimo oltraggio". Il Municipio: "Controlli su occupanti e assegnazioni"

Un incendio divampato dai locali della palestra ha danneggiato gran parte della struttura dell'ex mercato coperto di Torre Spaccata nella tarda serata di martedì 4 aprile. Proprio qui, tra viale dei Romanisti e via Tacconi, da tempo, ormai, ha sede l'associazione culturale Calpurnia. A partire da ieri, quindi, e in attesa che le indagini facciano il proprio corso, in seguito ai gravi fatti accaduti, le attività del centro, sono sospese. 

L'ex mercato di Torre Spaccata, dopo anni di abbandono, è tornato al quartiere grazie alla tenacia e alla volontà di Marco Marinelli, oggi presidente dell'associazione Calpurnia che risiede nei locali. Marinelli ha coinvolto i ragazzi e gli abitanti del quartiere creando, con il tempo, un punto di aggregazione, una vera e propria officina culturale. Non solo, all'interno della struttura anche un ampio spazio diventato, quindi, una palestra. Un lavoro di ristrutturazione non solo edile ma anche sociale, sì perché tutti gli interventi di riqualificazione sono stati effettuati da volontari e membri dell'associazione. Così a Torre Spaccata è nata Calpurnia con i suoi eventi, gli sportelli legali gratuiti per i cittadini, concorsi, mostre e mercati. Calpurnia diventa l'alternativa in un quartiere che ha poco da offrire dal punto di vista culturale, impegnando soprattutto i ragazzi. E nonostante siano in corso gli accertamenti per stabilire le cause dell'incendio, da Calpurnia c'è poco spazio ai dubbi: "L'incendio è doloso". 

ASSOCIAZIONE CALPURNIA - "Ennesimo oltraggio da parte di ignoti", così Marco Marinelli, presidente dell'associazione, ha definito l'episodio avvenuto nella notte di martedì. "Questa volta un attentato con il fuoco ha violato la palestra danneggiando irreparabilmente le strutture utilizzate dal gruppo sportivo locale - spiega in una nota diffusa Marinelli - Fortunatamente il pronto intervento dei vigili del fuoco e delle forze dell’ordine ha scongiurato il propagarsi delle fiamme all’intera costruzione".

Tanta la solidarietà mostrata da parte degli abitanti del quartiere, come spiega ancora lo stesso Marinelli: "È scattata immediatamente un'azione a supporto delle attività delle associazioni, sospese per sicurezza, ora stanno investigando gli esperti della Polizia Scientifica avendo sigillato l’intera struttura per i rilievi del caso". 

Sull'impegno che da tempo l'associazione riserva nei confronti del territorio, Marinelli ha poi aggiunto: "La struttura  dell’ex Mercato di Torre Spaccata, presidio di legalità e centro culturale attivo in tutto il quadrante dell’area metropolitana romana negli anni ha dato spazio a gruppi emergenti di teatro, complessi vocali e musical, nelle aree interne si sono succedute rassegne librarie, eventi di arti visive ed iniziative conviviali sportive e sociali".

A poche ore dall'incendio, il presidente dell'associazione culturale Calpurnia ha concluso: "Né il fuoco né l’acqua, né le minacce e tantomeno azioni teppistiche o criminali fermeranno la volontà di tutte e tutti i partecipanti di questo spazio comune". 

MUNICIPIO ROMA VI - Grida alla chiarezza, invece, il presidente del Municipio Roma VI delle Torri, Marco Scipioni. "Gia da tempo e a più riprese abbiamo richiesto controlli alla polizia municipale sugli occupanti e le assegnazioni effettuate nel tempo ma nessuna risposta e giunta - dichiara il minisindaco del parlamentino VI - e l'accadimento drammatico di martedì è a maggior ragione grave poiché giunge dopo ripetute segnalazioni da parte nostra". Su quanto il Municipio sta facendo in queste ore, aggiunge: "Abbiamo chiesto di nuovo e con fermezza uno screening di tutte le situazioni presenti nello stabile". E sugli occupanti, commenta: "Stupisce ancora di più il fatto che chi oggi grida allo scandalo fino a ieri occupava quegli stessi stabili. Comunque ora è necessario - conclude Scipioni - ripristinare la legalità ed in questo senso essendoci già mossi ora chiediamo con maggiore fermezza gli esiti di tutto questo lavoro". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Spaccata, con l'ex mercato in fumo la cultura del quartiere: "L'incendio è doloso"

RomaToday è in caricamento