rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022
Ponte di Nona Ponte di Nona / Via Valentino Cerruti

Ponte di Nona: Regione Lazio, nessuna delibera per sanare le occupazioni

La smentita dell’Amministrazione è arrivata ieri, nel corso di un incontro tra cittadini e assessorato alle Infrastrutture. “Chiediamo una presa di posizione forte da parte della Regione”, scrivono i comitati di quartiere

La Regione Lazio non sta elaborando una delibera per sanare le occupazioni abusive: la notizia è emersa ieri, nel corso di un incontro in assessorato alle Infrastrutture, alle Politiche abitative e Ambiente, a cui ha partecipato una delegazione dei comitati di quartiere “Colle degli Abeti”, “Nuova Ponte di Nona” e degli abitanti di via Cerruti.

“Abbiamo chiesto spiegazioni rispetto al perdurare dello stato di illegalità in cui versa il nostro quadrante a causa delle occupazioni abusive di palazzine private – si legge in una nota congiunta dei comitati –, in buona parte già assegnate o prenotate da famiglie che hanno pagato decine di migliaia di euro. Abbiamo chiesto inoltre spiegazioni in merito alle indiscrezioni (provenienti dal mondo dei movimenti e, in taluni casi anche da fonti giornalistiche), secondo le quali in Regione era in preparazione una delibera per sanare alcune occupazioni illegali, con l’acquisto anche di palazzine occupate.

Abbiamo ribadito come l’illegalità delle occupazioni abusive nei nostri quartieri abbiano ricadute economiche e sociali sui cittadini del luogo, esprimendo con forza il fatto che la Regione non può e non deve farsi complice di tali atti e che ci aspettiamo invece da tale Amministrazione un riconoscimento dei diritti dei cittadini che con sacrificio hanno investito i loro risparmi a Ponte di Nona e Colle degli Abeti. 
L’assessorato, nella persona del dott. Voci, ha espresso comprensione e solidarietà per le problematiche descritte dai cittadini e ha ribadito che le indiscrezioni giornalistiche non corrispondono al vero anche perché in questo momento la Regione non avrebbe i fondi per attuare un’azione del genere. In pratica, per ora, non c’è una posizione ufficiale da parte dell’assessorato e della Regione e questo vale anche per le prospettive di soluzione delle vicenda “via Cerruti”, basate sul piano regionale, che il Comune di Roma aveva annunciato nei precedenti incontri.

Di fronte all’impasse della Regione, abbiamo espresso la nostra preoccupazione: l’immobilismo de facto delle istituzioni sta rafforzando le azioni illegali e vengono lasciate invece allo sbaraglio persone che, ogni giorno, vedono ledere i propri diritti. Visto la problematicità della situazione, abbiamo auspicato un incontro congiunto con il presidente Zingaretti e una presa di posizione forte della Regione, anche in vista del prossimo piano per l’emergenza abitativa, chiedendo che siano considerate le ragioni e le situazioni dei cittadini di via Cerruti e Colle degli Abeti. In caso contrario abbiamo espresso la nostra intenzione ad adottare forme più incisive di protesta presso le istituzioni, ad oggi latitanti, per avere ragione dei nostri diritti ed in nome del ripristino della legalità”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte di Nona: Regione Lazio, nessuna delibera per sanare le occupazioni

RomaToday è in caricamento