rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Ponte di Nona Villaggio Falcone / Via Raoul Follereau

Bollette triplicate, associazioni sportive in ginocchio. Da Ponte di Nona: "Gualtieri ci ascolti"

L’incontro, promosso da Asd Ponte di Nona, è fissato per la mattina di sabato

“Le bollette della luce sono triplicate, se non si trovano soluzioni in fretta rischiamo tutti di chiudere. Sindaco, ci ascolti”. L’appello disperato arriva dalla ASD Ponte di Nona, la società sportiva che da anni è attiva nella periferia est di Roma, sul territorio del Municipio Roma VI delle Torri. “Parliamo a nome dei 165 impianti sportivi presenti in città, il mondo dello sport è disperato” ha commentato ai nostri taccuini Mimmo Gaglio annunciando l’assemblea di sabato mattina, presso la struttura di via Follerau.

Non solo commercianti. Il ‘caro bollette’ continua a mettere in ginocchio intere categorie di lavoratori che chiedono – in attesa di interventi risolutivi da parte del governo nazionale – azioni necessarie a superare il momento di crisi economica. Tra queste le associazioni sportive. Il grido d’allarme arriva dalla periferia di Roma, da uno dei quartieri spesso ‘ai margini’ dove i centri di aggregazione per i giovani scarseggiano e il centro sportivo resta uno spazio utile soprattutto alla socialità, oltre all’aspetto dilettantistico. Per questa ragione, la società Asd Ponte di Nona ha scritto e inviato una lettera al sindaco Roberto Gualtieri.

“Le utenze sono argomento del nostro governo, ma così come le aziende commerciali italiane sono vicine alla chiusura e alla bancarotta, ci tengo ad informarla con certezza che anche il mondo dello sport è disperato, soprattutto quello dilettantistico e non in grado di superare in autonomia il periodo che si annuncia lunghissimo e difficilissimo” si legge nel testo inviato al primo cittadino. E la richiesta di aiuto è indirizzata anche all’assessore allo sport del Comune di Roma: “Spero che questo grido di aiuto venga ascoltato anche da Alessandro Onorato, perché in una riunione passata fu d’accordo che era necessaria una tariffa agevolata e non bollette quattro volte superiori alle precedenti” si legge ancora nella lettera.

Intanto, all’appuntamento di sabato hanno confermato la loro partecipazione, oltre alle realtà sportive delle Torri e della città, anche delegati regionali, del Coni e il minisindaco Nicola Franco. Dalle ore 10.00, le società racconteranno i loro disagi e proporranno soluzioni: dalla tariffa agevolata ai sostegni economici, in attesa di interventi risolutivi e definitivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bollette triplicate, associazioni sportive in ginocchio. Da Ponte di Nona: "Gualtieri ci ascolti"

RomaToday è in caricamento