menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Voragine via Genzano: il cantiere non è mai partito

Dovevano essere completati entro la fine dell'anno i lavori necessari a chiudere la voragine di via Genzano. Invece il cantiere non è mai partito e le transenne, come i miasmi, sono sempre lì

La voragine di via Genzano è sempre lì. Nonostante le lamentele di residenti e commercianti. Nonostante le proteste ma anche l’ilarità degli abitanti. Il cantiere è fermo, e non c’è neppure l’ombra di un operaio, ne un cartello indicante l’avvio dei lavori. Di fatto, mai cominciati.

UN TERRITORIO RICCO DI CAVITA' - Si tratta di una delle tante voragini apertesi in un territorio ricco di grotte e fungaie. Forse è quella di cui si è più spesso trattato, su cui si è anche consumato un serrato confronto politica. Ma alla fine ha vinto lei. Solida come una certezza scolpita nella roccia, la voragine è rimasta al suo posto. Come i miasmi, che puntualmente affiorano dal sottosuolo e che rendono ancor più insopportabile quella buca.

PREVISIONE SBAGLIATA - I fondi per sistemare la voragine sono stati “inseriti nel piano di investimenti del bilancio previsionale” ci spiegarono la scorsa primavera. Tuttavia la previsione per cui i lavori sarebbero stati “eseguiti entro l’anno  e completati entro sessanta giorni dalla data di inizio” non si è rivelata esatta. E la voragine, con le relative transenne, è sempre lì. Tra le battute e le lamentele dei residenti, che non sembrano modificarne di un centimetro il destino.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RomaToday è in caricamento