rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Prima Porta

La strada verso la materna tra rovi e rifiuti: "I nostri bambini non meritano questo"

Il percorso verso la scuola dell'infanzia l'Aquilone a Galline Bianche è un percorso avventura tra cespugli selvaggi e pungenti, mini discariche e odori nauseabondi

Percorso ad ostacoli verso la scuola materna. Succede in via delle Galline Bianche, periferia popolare del Municipio XV, dove la stradina che precede la scuola dell’infanzia L’Aquilone è un tracciato degno di un parco avventura. Si perchè i piccoli che si recano a scuola, insieme a genitori, nonni o baby sitter, così come le maestre e il personale che lavora nella struttura pubblica, devono percorrere decine di metri tra rovi e rifiuti. 

Da una parte i cespugli incolti e graffianti che fuoriescono dalle inferriate con il rischio di ferire i piccoli alunni, dall’altra una scia di mini discariche con lo sversamento illecito dei rifiuti che a Galline Bianche è una piaga mai estirpata. “I rifiuti sono gentile omaggio di qualche demente, i rovi ad altezza passeggino invece sono il frutto d'incuria” - osserva una mamma. “La nostra scuola è dimenticata dal mondo intero”; “C'è puzza, sporcizia, uno schifo veramente…” - rincarano la dose altre due. Ci vuole coraggio a passare per quello stradello tra rovi, rifiuti ingombranti abbandonati nel verde e cassonetti maleodoranti “tanto che siamo costretti a tapparci il naso per non avere il voltastomaco” - racconta chi percorre quel tratto tutti i giorni. 

“I nostri bimbi non meritano questo!” - tuona una delle mamme de L’Aquilone. “Ovviamente anche insegnanti, genitori e tutti coloro che devono passare per forza di cose davanti questo scempio tutti i santi giorni…”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La strada verso la materna tra rovi e rifiuti: "I nostri bambini non meritano questo"

RomaToday è in caricamento