Sabato, 31 Luglio 2021
Torpignattara Prenestino / Via di Acqua Bullicante, 122

Torpignattara, sfregiati i murales dedicati ai grandi del neorealismo

È durata poco l'opera di Street Art firmata da Diavù e dedicata ai grandi nomi del cinema neorealista. Il comitato di quartiere: "Subito una raccolta fondi per il restauro"

Nella notte del 3 maggio scorso sono stati danneggiati alcuni murales realizzati dall’artista Diavù nelle nicchie del Cinema Impero, lo storico monosala di via dell’Acqua Bullicante chiuso ormai dalla fine degli anni ’70. La notizia è stata diffusa dal Comitato di Quartiere Torpignattara.

I vandali sono intervenuti asportando pezzi di intonaco e di fatto rovinando tre delle quattro opere realizzate solo nel marzo scorso nell’ambito del progetto Museo Muro, un movimento artistico nato con l’obiettivo di riqualificare le periferie con la Street Art. Le opere danneggiate erano state dedicate dall’artista, Diavù, a grandi personaggi del mondo del cinema legati al quartiere di Torpignattara:  Franco e Sergio Citti, Anna Magnani, Mario Monicelli e Pierpaolo Pasolini. I vandali hanno risparmiato solo il cineasta friulano.

Dura la reazione del Comitato di Quartiere che ha deciso di divulgare la notizia priva di foto per non dare soddisfazione ai vandali ed ha annunciato una raccolta fondi per finanziare subito il restauro. 


Questa notte alcuni idioti hanno sfregiato i murales realizzati da ?#‎diavù? nelle nicchie del Cinema Impero.
Sono stati pesantemente colpiti i ritratti di Mario Monicelli, Anna Magnani e Sergio Citti.
Non spendiamo ulteriori parole per testimoniare il raccapriccio per un'impresa indecente realizzata da gentaglia inqualificabile.
Non pubblicheremo le foto dell'atto vandalico. 
Non daremo soddisfazione a questi vigliacchi.
Quello che vi meritate è il nero della vergogna e del silenzio. Il nero della vostra anima incapace di riconoscere la bellezza.
Tor Pignattara è meglio di voi e lo dimostrerà. 
Stiamo ultimando i sopralluoghi per comprendere come poter intervenire per ripristinare l'opera. Dopo che sapremo entità del danno e modi d'intervento chiederemo a tutto il quartiere di partecipare a una grande raccolta fondi per finanziare il restauro.
Non ci fermerete. Non siete nessuno e non valete niente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torpignattara, sfregiati i murales dedicati ai grandi del neorealismo

RomaToday è in caricamento