OstiaToday

Ostia, CPO intitolato a Gennaro Di Rosa

Il centro è stato dedicato allo storico paziente morto per un malore incurabile lo scorso primo maggio. Renata Polverini lo aveva promesso: "L'ospedale CPO sarà intitolato a Gennaro Di Rosa"

Dopo la morte del simbolo del Centro Paraplegici Ostia, il presidente della Regione Renata Polverini lo aveva promesso: "Tra un mese ci ritroveremo di nuovo tutti qui per intitolare il Centro Paraplegici di Ostia al nostro amico Gennaro Di Rosa". Così è stato. Il Centro paraplegici di Ostia porta il nome della sua anima storica, dell'associazione mielolesi di Ostia, morto a 62 anni lo scorso primo maggio. "Gennaro - dichiarò Giacomo Vizzani, Presidente XIII Municipio - è sempre stato un uomo che si è speso per gli altri. Ci mancherà la sua determinazione, la sua caparbietà, ma soprattutto la sua generosità". All'inaugurazione del nome del 'nuovo' centro, presenti anche l'ex presidente della Regione e oggi capogruppo de La Destra alla Pisana, Francesco Storace. Insieme lo hanno ricordato con una delle passioni di Gennaro, il canto. "Se oggi il Cpo è ancora attivo lo si deve all’impegno generoso e costante di Gennaro Di Rosa, che ha sempre costretto i politici a non nascondersi dietro bugie e furbizie, stimolandoli invece a difendere una struttura di eccellenza molto apprezzata e utilissima per il territorio, dove esiste una forte presenze di persone disabili. Per almeno tre volte, insieme a Di Rosa abbiamo salvato il Cpo da coloro che, magari spinti da interessi diversi, hanno cercato di chiuderlo", ha dichiarato Francesco Storace.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Oggi – ha spiegato Amerigo Olive, Assessore XIII Municipio- ho il cuore pieno di gioia perché Gennaro continua a vivere nel suo Cpo. Un atto dovuto conferito ad un uomo che se lo è meritato. Ricordo le sue tante battaglie, quando insieme con l’allora Presidente Storace abbiamo lottato per la riapertura di un presidio e di una struttura abbandonata. Sono contento che la Presidente Polverini abbia accolto la mia proposta lanciata il giorno dell’ultimo saluto a Gennaro. Ringrazio tutti coloro che hanno preso parte a questa manifestazione, in particolar modo la famiglia e gli amici di Gennaro”. “Una cerimonia che vista la tempistica di realizzazione immediata e tempestiva – ha aggiunto Giancarlo Innocenzi, Assessore XIII Municipio – dimostra la ferma volontà di portare a termine quanto promesso e   soprattutto quanto sia giusta e meritata la scelta di intitolare questa struttura a Gennaro di Rosa”. “Se oggi il Cpo – ha concluso Renzo Pallotta, Vice Presidente XIII Municipio – è una realtà e una struttura d’eccellenza lo dobbiamo a Gennaro di Rosa e alle sue battaglie. Mai intitolazione fu più meritata. Gennaro ha messo a disposizione le sue forze e le sue energie per il rilancio di questa struttura”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento