EurToday

Cena concerto con rissa finale: chiuso locale all'Eur

Il provvedimento del Questore dopo i fatti dello scorso novembre. Tutte le irregolarità

Un evento musicale finito in rissa è costato ad un locale dell'Eur la chiusura, per 5 giorni, con provvedimento emesso dal Questore Carmine Esposito. I fatti risalgono al novembre scorso: la serata, che prevedeva cena e concerto di un noto rapper, è finita con una rissa. A riportare la calma diversi equipaggi della Polizia di Stato. 

Gli stessi poliziotti hanno accertato che per l’evento non era stata data nessuna preventiva informazione al commissariato di zona. Inoltre gli avventori erano più del doppio di quelli consentiti dal locale. E ancora che alcuni dei partecipanti alla rissa erano gravati da precedenti di polizia e uno degli addetti alla sicurezza non era iscritto nell’apposito elenco prefettizio. L’istruttoria della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale della Questura di Roma ha portato all’emissione, da parte del Questore, del provvedimento di chiusura per 5 giorni, atto poi notificato dagli agenti del commissariato Esposizione.

Parallelamente, a carico del direttore del locale, è stata inoltrata un’informativa all’Autorità Giudiziaria.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Lazio zona arancione? Oggi la decisione

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Coronavirus, nel Lazio chiusi negozi e supermercati alle 21: la nuova ordinanza della Regione

  • Centro commerciale Maximo di Roma: ecco quali sono i negozi presenti all'interno

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

  • Vigili fanno sesso in auto a Roma, la commedia sexy si tinge di giallo: spunta l'ipotesi della microspia

Torna su
RomaToday è in caricamento