rotate-mobile
Esquilino

Il violinista di piazza Vittorio può tornare a suonare: il quartiere gli regala lo strumento

Dopo l'aggressione, la catena umana. Ieri la consegna del violino a Jeremy

La catena umana si è chiusa: Jeremy, il violinista di piazza Vittorio aggredito, ha di nuovo un violino. Merito degli abitanti dell'Esquilino che, appresa la notizia, hanno attivato l'intera comunità, trovando uno strumento per il senza fissa dimora diventato una sorta di istituzione nel quartiere. 

Inizialmente si era pensato ad una raccolta fondi, poi però "un ragazzo mi ha scritto che aveva un violino nuovo da donargli. Era stato regalato alla sua fidanzata, non l'ha mai usato e quindi lo donano a lui", raccontava a RomaToday Paola, cittadina attiva nelle dinamiche del territorio. Per giorni tutti hanno monitorato il ritorno di Jeremy, scrutando dalla finestra e sperando nella sua uscita dall'ospedale e nel ritorno nel suo solito angolo. E appena avvistato è avvenuta la consegna del violino. 

E Paolo su facebook scrive: "Ecco, se vedete questo dolce ragazzo in giro, rivolgetegli un sorriso sincero, una proposta di amicizia incondizionata e monitorate che non gli accada più nulla".

La storia del violinista di piazza Vittorio

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il violinista di piazza Vittorio può tornare a suonare: il quartiere gli regala lo strumento

RomaToday è in caricamento