CentroToday

Piazza Navona, nuovo bando e più decoro per il mercatino. Ma c'è chi vuole il dietrofront

Una mozione presentata in aula, ancora da discutere, per chiedere modifiche al bando pubblicato la settimana scorsa, quando il Gabinetto del Sindaco ha già detto di no. Naim: "Sono sbalordita"

Piazza Navona, immagine d'archivio

Un nuovo bando per cambiare il volto di piazza Navona e del suo mercatino natalizio che quest'anno aprirà l'8 dicembre. Meno banchi, da 115 a 72, niente merce appesa fuori, e solo articoli che abbiano a che fare con la festa. 

Sono diktat della Sovrintendenza, poi inseriti dal I Municipio nell'avviso di gara, per frenare un suk che negli ultimi anni, col Natale e i suoi simboli, ha avuto davvero ben poco a che fare. Si vuole ripristinare un minimo di decoro insomma. Che le feste non siano l'ennesima occasione per vendere cianfrusaglie di ogni genere.

GLI OPERATORI - Il bando è uscito dieci giorni fa, ma ha già incontrato ostacoli. Primo fra tutti, ovvio, gli ambulanti. Che però, nonostante la mediazione della presidente Sabrina Alfonsi che ha cercato di venire incontro alle richieste proponendo un aumento di banchi da 72 a 93, sono stati zittiti dal Gabinetto del Sindaco. "Non ci sono le condizioni nè giuridiche nè amministrative perché il bando possa essere modificato". E' stato detto chiaramente.

LA MOZIONE - Di giovedì scorso invece la presentazione di una mozione bipartisan in consiglio comunale per chiedere un dietrofront. Firmata per lo più da esponenti dell'opposizione sì, tra questi anche l'ex sindaco Gianni Alemanno, ma non senza l'appoggio anche di membri della maggioranza, vedi Maria Gemma Azuni e Annamaria Proietti Cesaretti, di Sel, o Svetlana Celli, Lista Civica Marino. E' ancora da discutere, potrebbe andare in calendario oggi per il consiglio di domani. E qualcuno, da via della Greca, già grida allo scandalo. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Sono sbalordita davvero. Come si può pensare di derogare a una posizione che di fatto il Comune ha già preso tramite il Gabinetto? E comunque le modifiche richieste sono illegali" A parlare è la consigliera via della Greca, capogruppo LCM, Nathalie Naim, da sempre portatrice della bandiera decoro per piazza Navona. "Spero vivamente, e anzi lancio un appello perché la mozione venga ritirata e comunque bocciata". Ricordando che "il bando pubblicato è già il frutto di infiniti compromessi, anni fa la Sovrintendenza parlava di una sola fila di banchi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Colonna di fumo invade il Raccordo Anulare, chiuso in entrambe le direzioni

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Sciopero 25 settembre: a Roma metro e bus a rischio per 24 ore

  • Sciopero Roma: oggi metro, bus e tram a rischio per 24 ore. Gli orari

  • Coronavirus, a Roma 141 casi: è il dato più alto da inizio pandemia. Nel Lazio 238 contagi. Il bollettino del 22 settembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento