ArvaliaToday

Piana del Sole: i fossi sono ostruiti. Ora si temono allagamenti

I fossi di Piana del Sole sono ostruiti dalla vegetazione. Si teme che, con l'aumentare delle piogge, si possano verificare degli allagamenti. Inoltre resta in condizioni precarie, l'area vicino alla stazione Fiera di Roma

Le prime piogge autunnali,  nella zona di Piana del Sole, hanno fatto suonare un campanello d'allarme. Il ricordo degli allagamenti che portarono decine di persone a dormire fuori casa, è recente. Tuttavia sembra che il problema, legato alla disostruzione dei fossi, ancora non sia stato affrontato.

I FOSSI OSTRUITI - Il Capogruppo di Forza Italia "a seguito di alcune segnalazioni", si è recato a fare un sopralluogo per verificare "le condizioni dei fossi che si trovano lungo via Cristoforo Sabbadino a Piana del Sole". Ebbene, il Consigliere fa sapere che "alcuni cigli della strada sono stati puliti, ma il problema degli allagamenti, com'è noto, è dato dall'inesistente pulizia dei fossi che non consente all'acqua di poter defluire correttamente". Di conseguenza, per scongiurare scene come quelle osservate nell'ottobre del 2014, converrebbe intervenire nella loro manutenzione.

LAVORI FERMI - C'è poi un altro problema. Vicino alla Fiera di Roma, continua ad esservi un'area di cui non si conosce il destino. " Non si comprende bene come mai, dal lontano mese di aprile, il capolinea  a ridosso della fermata più o meno regolare della Fiera di Roma sia ancora nelle medesime condizioni" valuta il Consigliere di Forza Italia. Tra l'altro, in un delle foto inviataci, si nota l'affioramento di alcune pozze d'acqua. Per il Capogruppo municipale, potrebbe trattadi di "una falda acquifera emersa". Il quadro è infine completato da una discreta quantità di rifiuti abbandonati.

LA RICHIESTA - Per affrontare le questioni descritte, è stato annunciata un'iniziativa consiliare. "Con Daniele Calzetta e Rosella Paniconi - spiega Palma -  produrremo una mozione per impegnare il Presidente a creare le necessarie condizioni di sicurezza e funzionalità per la fine dei lavori, sia in ordine alla bonifica dei fossi che per la messa in sicurezza della strada e del capolinea . Magari evitando di ricorrere a somme urgenze, una prassi che, soprattutto di questi tempi, ci appare inopportuna".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Vigili nella bufera, Raggi guarda Report e decide di ruotare gli agenti. In bilico il comandante Napoli

  • Primark inaugura a Roma: lunghe file dalle prime ore del mattino

  • Roma, la mappa del contagio dell'ultimo mese: ecco i municipi e i quartieri con più casi

  • Apre Maximo Shopping Center, un nuovo centro commerciale a Roma: 160 negozi sulla Laurentina. Grande attesa per Primark

  • La pasticceria di Roma premiata con "Tre Torte" dal Gambero Rosso: è tra le migliori d'Italia

  • Tamponi in farmacia a Roma e nel Lazio: dove farli. L'elenco completo e gli indirizzi

Torna su
RomaToday è in caricamento