Martedì, 22 Giugno 2021
Sport

Stadio Roma: progetto entro 3 mesi. Investimento da 200 milioni di euro

Ad affermarlo, in un'intervista a 'Il Sole 24 Ore', è il presidente dell'As Roma e del fondo Raptor, James Pallotta, che conferma l'obiettivo di vincere uno scudetto entro cinque anni

La Roma avrà il suo stadio proprio come l'odiata Juventus. A confermare l'avanzamento del progetto è il presidente del club giallorosso e del fondo Raptor, James Pallotta, che, in una intervista su 'Il Sole 24 Ore' conferma anche l'obiettivo di vincere uno scudetto entro cinque anni. 

LO STADIO - "Io avrei usato il Colosseo per il nuovo stadio di Roma ma mi hanno detto che era occupato. Scherzi a parte, siamo quasi pronti". Rivela Pallotta che si sbilancia: "Abbiamo già avuto numerosi incontri con il sindaco di Roma e con gli uffici tecnici del Comune: abbiamo esaminato 100 siti, ne abbiamo selezionati 12 e infine con l'advisor Cushman & Wakefield siamo arrivati a una short list di 3 aree. Ora siamo alla scelta finale: lo stadio, che avrà 60mila posti, negozi e ristoranti, è stato progettato da un architetto di fama mondiale come Dan Meis e dovrà essere pronto per i campionati europei del 2016".
 
COSTI E NUMERI - "A seconda della scelta l'investimento potrebbe anche superare i 200 milioni di euro. Vi sembrano programmi da azionista di passaggio?", sottolinea Pallotta che non vuole scoprire troppo le carte ma rivela al quotidiano economico che in ballottaggio ci sono progetti che potrebbero interessare un'area tra i 30 e i 100 ettari a Tor di Valle e nel quartiere Testaccio ndr: "Se vuoi guadagnare devi costruire e puntare sui risultati di lungo periodo: e anche per questo dico che le squadre sportive non andrebbero mai quotate". 
 
LA BANCA - Ai piani alti di Unicredit, l'amministratore piacentino Ghizzoni ha letto con molta attenzione la lunga intervista che il vicedirettore del 'Sole 24 Ore' Alessandro Plateroti ha fatto al presidente James Pallotta. Al termine della chiacchierata il numero giallroosso risponde alla domanda sui rapporti con Unicredit che a suo dire sono "ottimi", e aggiunge: "finché la banca resterà con noi saremo contenti". A piazza Cordusio si sono già esposti per circa 60 milioni e in estate hanno concesso, dietro sollecitazione del manager Paolo Fiorentino, un'altra linea di credito di 25 milioni per il pagamento dei dieci giocatori voluti da Zeman. Insomma la banca è ben disposta a spendere ancora ma ora vuole vedere i risultati. Anche sul campo
 
LA BORSA - "Quello che posso dire per ora - ribadisce - è che sono contrario alle società quotate. Una seduta in Borsa, come una singola partita, non esprime il valore di una squadra: non è un caso se nove anni fa, dopo l'acquisto della squadra di basket dei Boston Celtics, abbiamo deciso di delistarla da Wall Street". Comunque, rileva, "è prematuro parlare» di un'eventuale delisting da Piazza Affari. Abbiamo progetti più importanti e urgenti come stadio e scudetto: quello che posso dire per ora è che sono contrario alle squadre quotate".
 
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stadio Roma: progetto entro 3 mesi. Investimento da 200 milioni di euro

RomaToday è in caricamento