rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Calcio

Udinese-Roma: il regolamento sulla rirpesa della partita

Giovedì 25 aprile la squadra di De Rossi proseguirà il match sospeso ad Udine per il malore accusato da N'Dicka. Ecco come e da quando ripartirà l'incontro

La Lega ha ufficializzato, nonostante le richieste della Roma, che la partita contro l’Udinese si completerà giovedì 25 aprile. Il match interrotto per il malore di N’Dicka, che ha generato polemiche da parte del presidente della Lazio, ripartirà dal risultato di 1-1 dopo le reti di Pereyra su errore di Huijsen e il pareggio di Lukaku. Poco meno di venti minuti da giocare ma con un calcio d’inizio particolare e con un regolamento da seguire. 

Le condizioni di N'Dicka?

Per prima cosa N'Dicka è fuori pericolo. Il difensore africano infatti ha svolto tutti gli esami e gli accertamenti a Villa Stuart. Dai controlli è emersa l'assenza di patologie cardiache e dunque il calciatore potrà continuare la sua attività sportiva. 

La ripresa

La partita ripartirà in maniera formale dal minuto 83 momento del triplice fischio dell’arbitro che ha decretato la sospensione. Si giocheranno però molti più minuti, 18 (più eventuale recupero) visto che N’Dicka ha accusato il malore e il gioco si è fermato al minuto 72. Pairetto arbitro dell’incontro riprenderà il match senza calcio d’inizio. Infatti il pallone verrà rimesso in gioco dove la partita fu interrotta. 

Chi può giocare?

De Rossi e Cannavaro, nuovo allenatore dei bianconeri, potranno schierare qualsiasi giocatore della rosa anche chi non era convocato il giorno della partita vedi Azmoun, eccezion fatta per i giocatori sostituiti durante l’incontro. La Roma dunque non potrà contare su Huijsen e Aouar, l’Udinese su Ehizibue e Kamara.  Dunque DDR potrà cambiare l’intero undici che era in campo ad Udine e nel tempo restante di gara si potranno effettuare solo le sostituzioni non ancora effettuate. 

Ecco cosa dice il regolamento della Serie A al riguardo: 

  • La partita riprende dalla situazione di gioco che era in corso al momento dell’interruzione come da referto del direttore di gara;
  • Possono essere schierati tutti i calciatori tesserati dalla due società;
  • Non possono essere schierati i calciatori espulsi, scesi in campo e sostituiti nella prima partita;
  • Possono giocare i giocatori squalificati con decisione relativa ad una gara disputata successivamente a quella interrotta. 

Questo dunque il quadro con cui si presenterà la Roma a Udine alla ricerca di tre punti fondamentali per la corsa alla qualificazione alla Champions League dopo la sconfitta col Bologna

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Udinese-Roma: il regolamento sulla rirpesa della partita

RomaToday è in caricamento