rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Sport

Calcioscommesse, reato prescritto per Signori: fine dell'incubo per l'ex Lazio

Oltre a Signori, erano imputati l'ex calciatore serbo Almir Gegic, l'ex capitano del Bari Antonio Bellavista, l'ex portiere della Cremonese Marco Paoloni e un corriere

Il procedimento sul calcioscommesse è prescritto, questa la decisione dei giudici del tribunale di Cremona. La fine di un incubo per Giuseppe Signori.

"Mi piaceva scommettere ma l'ho sempre fatto in modo leale e non ho mai truccato alcuna partita. Mi hanno rovinato la vita solo perché il mio nome garantiva interesse mediatico", ha detto questa mattina, in tribunale a Cremona, Giuseppe Signori, ex bomber di Foggia, Lazio e Bologna oltre che della nazionale come riporta la Gazzetta dello Sport.

A Cremona insieme a Signori erano imputati l'ex calciatore serbo Almir Gegic, Antonio Bellavista, ex capitano del Bari, un corriere, e Marco Paoloni, ex portiere della Cremonese. Il procedimento sul calcioscommesse era arrivato a Cremona dopo la chiusura del 16 luglio del 2019 al tribunale di Bologna.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcioscommesse, reato prescritto per Signori: fine dell'incubo per l'ex Lazio

RomaToday è in caricamento