Giovedì, 29 Luglio 2021
Politica Bologna / Largo Guido Mazzoni

Stazione Tiburtina, no al taglio dei platani: “Sindaca, lo vieta anche il regolamento sul verde”

Presentato anche un ricorso al TAR. Calcerano (Verdi): "In attesa del pronunciamento, gli alberi non vanno abbattuti"

La riqualificazione dell’area circostante la stazione Tiburtina non deve passare per il taglio degli alberi di Largo Mazzoni. I residenti che stanno contestando l’intervento del Campidoglio, continuano a farlo anche ponendo l’accento sulla difesa delle alberature presenti.

Gli alberi a rischio

“Si tratta di lecci di 60 anni di età e platani che sfiorano i cento anni e rappresentano un bene comune di valore inestimabile, fondamentale per la lotta all'inquinamento ed al cambiamento climatico” ha ricordato Guglielmo Calcerano, portavoce dei Verdi di Roma. Sono alberi che i residenti stanno cercando di salvare in tutti i modi. Con manifestazioni ed anche attraverso una diffida formale alla sindaca. Non solo. 

Il parere dell'esperto

E’ stata commissionata anche una relazione tecnica, affidata ad un esperto iscritto all’albo dei dottori agronomi e forestali di Roma. E’ stata incentrata su 15 esemplari, parte d’un gruppo situato tra il piazzale ovest della Stazione e la Circonvallazione Nomentana. “Sapendo che quelli saranno i primi ad essere tagliati - aveva spiegato a Romatoday Nella Vecchia, presidente di Rinascita Tiburtina - abbiamo pensato che fosse il caso partire con loro”. L’esperto ha dichiarato che l’abbattimento cautelativo dei platani sulla base della sola vetustà” non è giustificato “sulla base delle reali contingente”. Si tratta di alberi sani e, pertanto, “l’abbattimento è assolutamente da evitare” si legge nella relazione tecnica.

Il ricorso al TAR

Per non lasciare nulla d’intentato, i cittadini hanno deciso di provare a salvare gli alberi di largo Mazzoni, ricorrendo anche alle vie giudiziarie. Si sono rivolti al TAR del Lazio per costringere il Campidoglio a rilasciare un provvedimento ufficiale. Un atto che stabilisca, in maniera inequivocabile, quale sia lo stato di  salute di tutte e 50 le piante che rischiano di subire l’azione delle motoseghe.

Il regolamento per il Verde

“In attesa della sentenza del TAR, gli alberi non vanno abbattuti. D’altra parte - ha fatto notare Guglielmo Calcerano - lo stabilisce anche il regolamento per il Verde. Adesso quindi speriamo che il Campidoglio, dopo averlo approvato, intenda anche farlo rispettare”. Il regolamento capitolino in effetti stabilisce che i tagli di alberi con particolari dimensioni del tronco, vadano salvaguardati. “Deve esserci un provvedimento motivato del Dipartimento ambiente" ha ribadito il portavoce dei Verdi. Il taglio, com'è scritto all'articolo 40, deve avvenire per ragioni di “stretta necessità”. E ciò avviene "quando gli alberi, per ragioni inerenti al proprio stato vegetativo - si legge nel regolamento - possono costituire concreto e attuale pericolo per l’incolumità delle persone". E non è questo il caso visto che, "proprio al riparo delle loro chiome - ha ribadito Calcerano - viene regolarmente allestito un mercatino”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stazione Tiburtina, no al taglio dei platani: “Sindaca, lo vieta anche il regolamento sul verde”

RomaToday è in caricamento